SFILATE MILANO P/E 2013

Le ancelle contemporanee di Versace

di Enrico Matzeu
Linee sexy e scivolate per una nuova sensualità rock.

La sfilata di Versace primavera/estate 2013.

Milano, 21 settembre. Mini dress, scamiciati oversize e minigonne audaci. È la moda firmata Versace, che scende in passerella con abiti-canotta in seta stropicciata neri, beige o dai colori vivaci dell’arancio e dell’azzurro. Donatella Versace, poi, rivisita il pizzo, abbandonando le classiche trame romantiche per delle linee decisamente più geometriche, che invadono ogni capo, dai pantaloni a sigaretta agli abbassamenti nelle gonne. Anche le giacche in pelle si arricchiscono di intarsi o dettali in macramè, spesso realizzato anche in nappa nera. In passerella irrompono poi i colori, quelli amati dalla maison, che sfumano dal giallo al fucsia, in stampe fatte di striature o di macchie, che celano l’amata effige della medusa. La sera è rigorosamente multicolor e i lunghi abiti con spacchi vertiginosi si riempiono di borchie e frange in oro e argento, regalando luce e audacia alle modelle, che avanzano fiere come ancelle romane. Ai piedi, infatti, indossano dei moderni sandali alla schiava, che si arrampicano per tutto il polpaccio, con tacco e plateau. Ogni outfit, poi, è arricchito da cinture con maxi borchie oro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Senza categoria Argomenti: , Data: 22-09-2012 11:07 AM


Lascia un Commento

*