CI PIACE

Sorella Megan Rice

Armata di Bibbia, pane e fiori è penetrata di un centro di stoccaggio di uranio a Knoxville, nel Tennessee. Questo è il vero coraggio di protestare.

Sorella Megan Rice.

Ottantadue anni e non sentirli. E, soprattutto, credere ancora nei propri ideali. Sorella Megan Rice, una suora americana, ha fatto irruzione in un centro di stoccaggio di uranio a Knoxville, nel Tennessee, un «posticino tranquillo» che custodisce componenti per più di 10 mila bombe atomiche. Armata di pane, fiori, Bibbia, una torcia e un paio di tronchesi, ha dimostrato che in uno dei magazzini più pericolosi al mondo in realtà non esistono veri sistemi di sicurezza: a lei e ad altri tre pacifisti sono bastati solo 15 minuti per entrare. «Non fate la guerra» per lei significa ancora qualcosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: Data: 17-09-2012 02:34 PM


Lascia un Commento

*