CI PIACE

Il coraggio (vero) di Angelina

di Francesca Amé
Prima in Giordania, poi in Libano, infine in Turchia. L'inarrestabile Jolie ha a cuore le sorti dei bambini rifugiati.

Angelina Jolie incontra i rifugiati siriani in Libano.

Il Medio Oriente è infuocato, Obama manda i marines, le ambasciate e i consolati americani si barricano e Angelina Jolie, bella come una dea e senza un filo di trucco, è volata nelle zone più calde per portare un concreto messaggio di speranza.
L’attrice, ambasciatrice di buona volontà dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, ieri, poche ore dopo la tragedia di Bengasi, era in Libano a fare visita ai bambini siriani del campo profughi di Bekaa Valley. Era la seconda tappa di un giro umanitario iniziato qualche giorno fa in Giordania, pensato per portare conforto ai tanti piccoli rifugiati (le stime parlano di 1.2 milioni di bambini) scappati da una Siria in fiamme. Inarrestabile, Angelina: oggi sarà in Turchia, per visitare un altro campo di rifugiati siriani, molto numerosi anche lì. Coraggiosa, Angelina: dopo quello che è stato definito  «l’11 settembre della diplomazia», lei non si è arresa.
E adesso vediamo se c’è chi ancora dice che è tutta una messinscena per farsi pubblicità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: persone, Protagonisti Argomenti: Data: 14-09-2012 11:46 AM


Lascia un Commento

*