TOPIC

SICUREZZA

di Francesca Amé
Dopo gli ultimi fatti si cronaca nera a Milano, ritorna il tormentone. Di giorno, di notte, sul lavoro, in famiglia. Le donne si sentono (troppo) spesso in pericolo.

Carolina Ortiz con Massimiliano Spelta, uccisi in centro a Milano, nella foto durante una serata con amici.

La parola di oggi, mercoledì 12 settembre, è sicurezza.  Come quella che le donne stanno perdendo, per lasciare posto all’indefinita sensazione di non sentirsi mai protette fino in fondo. Di non essere mai davvero al sicuro. Perché se, come accaduto a Milano l’altro ieri, ti possono sparare per strada, all’ora dell’aperitivo, con il tuo compagno affianco e tua figlia in braccio, se questo può succedere mentre altri amici, magari, ti attendono al bar e altri passanti sono lì, accanto a te, sullo stesso marciapiede… Se questo è accaduto in un quartiere centrale e ben sorvegliato e non in una periferia suburbana, allora la paura ti s’infila davvero sotto la pelle. Il pensiero va a chi è più giovane, alle ragazzine che girano la sera da sole, apparentemente incuranti di quando sta loro accadendo intorno. Paiono la protagonista di Lost in translation e noi che le guardiamo abbiamo come sola speranza che non perdano troppo presto quella luce negli occhi. Si chiama sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: Data: 12-09-2012 12:53 PM


Lascia un Commento

*