ATTIVISTA

Nadezhda Tolokonnikova

di Maddalena Montecucco
La ragazza da copertina simbolo della rivolta anti-Putin.

Nadezhda Tolokonnikova, 22 anni.

Ha il caschetto e un fisico da pin up. Playboy Ucraina le ha chiesto di posare in copertina. Ma Nadezhda Tolokonnikova, 22 anni, ha altro a cui pensare. Innazitutto, come uscire dal carcere. Secondo i giudici moscoviti, è lei l’”anima ribelle” delle Pussy Riot, il gruppo punk russo finito in galera dopo una performance in cui, sull’altare della Cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca, veniva invocata la Vergine Maria affinchè la Russia venisse liberata da Putin. In carcere con Nadia (diminutivo di Nadezhda) ci sono anche Katya Samutsevich (29 anni) e Maria Aliokhina (24). Le tre ragazze sono state arrestate con l’accusa di “teppismo e istigazione all’odio religioso” per la quale sono state condannate a due anni di carcere. A rendere le Pussy Riot famose oltre il confine russo, è stato proprio il marito di Nadia: Piotr Verzilov, attivista politico come la moglie e padre della piccola Gera, di appena quattro anni. Che dopo la condanna della madre, rischia di essere affidata ai servizi sociali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Donne della settimana Argomenti: , Data: 24-08-2012 03:01 PM


Lascia un Commento

*