Non (ri)toccatemi la cellulite

Sempre più celebrità dicono no a Photoshop. Un'inversione di tendenza che rilancia un messaggio positivo: accettarsi per come si è. E le case di moda si adeguano.

moda curvyColli allungati come quelli di una giraffa, braccia che si assottigliano fino a sparire del tutto e punti vita che in post produzione farebbero sembrar grassa pure un’ape. Sono solo alcuni esempi, molti riportati sul sito pohotoshopdisasters.com, di come l’eccesso nel ritocco fotografico generi veri e propri mostri, il contrario dell’effetto che in realtà si vuole creare. Ovvero, la ricerca della perfezione, stabilita non si sa da quali canoni di bellezza se non quelli della moda del momento. Di fatto, se il risultato è quello che vediamo su copertine di riviste patinate o sui profili social di chiunque non accetti piccole o grandi imperfezioni del proprio corpo, sarebbe meglio lasciar perdere i programmi di foto editor e consegnarsi al pubblico per quello che si è.

INVERSIONI DI TENDENZA
Lo hanno finalmente capito molte modelle o celebrità dello show business che, invertendo la tendenza, fanno quasi a gara ad apparire al naturale, magari senza trucco appena sveglie o paonazze dopo una corsa per mantenersi in forma. E, soprattutto, hanno accettato la sfida della real beauty anche molte case di moda, tra le principali incriminate nell’alimentare un’idea di bellezza percepito più come un inno all’anoressia. Stop quindi alle top model pelle e ossa e largo alle curvy, meno famose della classiche colleghe da passerella ma decisamente più reali e meno ossessionate da entrare in una taglia che non superi la 40.

VIVA LA CELLULITE
Se l’ultimo in ordine di tempo è Asos, un sito e-commerce che per promuovere una linea di costumi ha scelto ragazze umane, certamente belle e sorridenti, senza tuttavia nascondere cellulite e smagliature, la decisione di evitare l’uso di photoshop o simili era già stata adottata da diverse case di moda. È il caso della spagnola Desigual, che ha puntato sulla modella formosa più celebre al mondo, Charli Howard, per valorizzare i propri capi. #AerieReal, invece, la campagna dell’omonimo brand di intimi che ha fruttato, senza alcun ritocco, un incremento delle vendite del 20%. E poi ancora Target, Modibodi e anche Dove, tra le prime a confidare nel messaggio forte e positivo della real beauty. Lo stesso lanciato con l’hashtag #perfectlyimperfect dalla modella Elizabeth Pipko che, per posare per Vizcaya Swimwear, ha deciso di rinunciare a trucchi e artefizi. Un’idea sostenuta dal marchio americano che risulta come un invito a tutte le donne ad avere un rapporto più sereno con il proprio corpo.

CELEBRITÀ AL NATURALE
Non solo moda, però. Dopo aver passato una vita a correggere piccoli difetti, mascherare occhiaie o, alla peggio, farsi togliere un paio di chili, sono decisamente in aumento le star che non intendono più ricorrere a pennelli e sfumini. Come Mariah Carey, ad esempio, finalmente innamorata delle proprie curve da mostrare senza temere giudizio alcuno. Ma anche Kate Winslet, Christina Hendricks, Beyoncé, fino ad Antonella Clerici, testimonial in carne per Luisa Viola. Un esempio da seguire a costo di fare il conto con gli haters da tastiera. Che, non avendo una vita altrettanto soddisfacente, non aspettano altro per dare sfogo alla loro idiozia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Bellezza, corpo, foto, Gallery, persone, Protagonisti, Top news Argomenti: , , Data: 01-08-2017 06:16 PM


Lascia un Commento

*