Kartell: il made in Italy parla al futuro

Prodotti sempre all’avanguardia ed un marchio conosciuto nel mondo. L’azienda italiana capace di stupire da oltre 60 anni.

Kartell

Difficile trovare qualcuno che non abbia mai sentito parlare di Kartell; nel mondo dell’arredamento il marchio è conosciuto non solo per le idee fantastiche e innovative che hanno conquistato un pubblico internazionale, ma soprattutto per l’utilizzo intelligente ed elegante della plastica, suo materiale base, studiato apposta per essere comodo e attraente.

KARTEL TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO
Kartell nasce come piccola azienda italiana, creata nel 1949 in provincia di Milano, più precisamente nella frazione di Santa Corinna.
L’azienda venne fondata da Giulio Castelli, un abile ingegnere chimico che all’inizio della sua attività produceva accessori auto e casalinghi. Dopo poco iniziò a creare mobili moderni e oggetti dal disegno ricercato, tutti rigorosamente in plastica.
Il successo non tardò ad arrivare e l’ingegnere ottenne il meritato riscontro negli anni sessanta, grazie anche all’aiuto della moglie. Era un periodo infatti in cui il design italiano aveva trovato grande apprezzamento a livello internazionale; Kartell arrivò a partecipare nel 1972 alla mostra sull’arredamento del Museum of Modern Art di New York e, da allora, i prodotti dell’azienda che furono esposti sono entrati a far parte di una collezione permanente. Questo fu quindi una sorta di trampolino di lancio per farsi conoscere in tutto il mondo; anche la continua collaborazione con designer di fama riconosciuta ha inciso notevolmente, con il conferimento anche di premi internazionali e la creazione di un museo di sole creazioni Kartell.
Dal 1988 il proprietario dell’azienda è Claudio Luti che è riuscito a valorizzare sempre più lo stile tipico del marchio, con classe ed impegno; i colori e il design innovativo, delicato ed elegante dei prodotti Kartell hanno contribuito a far fiorire negli anni 90′ diversi showroom dedicati, tra cui quello a Milano di Via Turati.

I PRODOTTI KARTELL ENTRATI NELLA LEGGENDA
La caratteristica peculiare di Kartell è proprio l’uso della plastica nell’arredamento di qualità, con lavorazioni originali e commistioni di ispirazioni e destinazioni diverse.
Tra i prodotti più famosi si fa notare la sedia trasparente La Marie o la serie “Ghost“; e ancora la libreria flessibile Bookworm, sempre resistente e funzionale e che assume la forma voluta.
Certo non si possono non nominare la seduta più venduta, la Maui di Vico Magistretti, o la poltrona cromata e avvolgente Eros.
Il continuo lavoro artigianale di Kartell stupisce ancora oggi per l’ardire nello sperimentare ambiti diversi, cosa che ha portato l’azienda al successo mondiale; acquistare un prodotto Kartell vuol dire portare a casa un pezzo tecnologico, elegante, colorato e studiato.
I prodotti di questa grande realtà dell’arredo andrebbero inseriti in un contesto in cui gli stili si mischiano, così da produrre un risultato stupefacente.
Comunque sia, il made in Italy di Kartell non si limita alle sedute, ma spazia dai mobili all’illuminazione, dai complementi d’arredo agli accessori per la casa; tutti raffinati e attuali, tra poliuretani e plastiche industriali.
Tavoli e tavolini, divani e sedie, vasi, cassettiere, comodini, portaombrelli e appendiabiti; sono solo alcuni degli esempi di un vasto catalogo dove la plastica acquista una colorata trasparenza e la leggerezza del cristallo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Stile Argomenti: , Data: 01-08-2017 03:00 PM


Lascia un Commento

*