Vacanze mondiali

di Stefania Romani
Mare, montagna, città d'arte e parchi divertimento. Nove mete tra Italia e resto del globo.

VACANZESole, caldo e voglia di staccare la spina. In una parola sola vacanze. Ma per quelle coppie con figli al seguito organizzare una settimana di assoluto relax non è mai cosa facile. La parte più complicata, infatti, è sempre la scelta della meta. Fatta quella, il percorso si fa decisamente in discesa. A casa mia, almeno, funziona così. Perché non è semplice conciliare le aspettative di mia figlia, una bambina che vuole provare tutti gli sport, e di un figlio che passerebbe le giornate a leggere e giocare a scacchi. Senza contare che io vorrei andare per musei, mentre mio marito aspetta da mesi di fare running. E poi c’è il ballottaggio fra il mare e la montagna, i parchi divertimento e le città d’arte. Perciò, quando arriviamo alla decisione finale, dopo una lunga ed estenuante contrattazione, ci sentiamo quasi come se avessimo raggiunto la cima di un monte altissimo. Quindi, se qualcuno sta ancora meditando sulla destinazione giusta per una famiglia con prole, ecco alcuni spunti che possano venire incontro alle esigenze di tutti. Tre all’interno dei confine del nostro Paese, tre in giro per l’Europa e altrettanti per il resto del mondo.

alpe di siusiALPE DI SIUSI, TRENTINO ALTO ADIGE
Partiamo proprio da casa nostra, con una vacanza alpina. Costruire una casetta per le api o scoprire le tracce lasciate dagli animali notturni, sono solo un paio delle tante opportunità che offre ai ragazzini curiosi l’Alpe di Siusi (Bolzano), altopiano dolomitico circondato dai massicci del Rosengarten e del Latemar. Chi vuole diventare Dolomiti Ranger, affrontando il bosco al calare del sole, può anche fare escursioni nella val Ciamin, per accostarsi alle libellule, e fermarsi all’antica segheria veneziana che funziona con la forza dell’acqua. O vivere qualche giorno come un contadino, fra masi, mulini e malghe.

ricci hotelsCESENATICO, EMILIA ROMAGNA
Lungo la Riviera romagnola, un classico per le famiglie, i Ricci Hotels di Cesenatico (Forlì-Cesena), vero e proprio paradiso per gli amanti della bici. Qui, per tutta l’estate, organizzano per i clienti in erba corsi di piadina, con prodotti a chilometro zero. Ma chi ama le due ruote può seguire gli itinerari, accompagnati dal profumo di salsedine, alla volta del museo del sale di Cervia (Ravenna), dove attrezzi e documenti antichi raccontano i segreti della città legata da sempre alle saline.

palinuroPALINURO, CAMPANIA
Regala invece un contesto naturalistico d’eccezione il Parco del Cilento, a due passi da Paestum. A Palinuro (Salerno) fra spiagge chiare, coste rocciose, grotte naturali ha appena aperto l’Hotel Saline, nuovo Family, che propone bagno privato, piscine con acqua di mare e campus di calcio e di inglese per i piccoli secondo fasce d’età.

STAVANGERSTAVANGER, NORVEGIA
Ma anche il Vecchio Continente vanta mete che possono tentare l’intera famiglia. Per chi ha figli adolescenti, appassionati di Fantasy, l’ideale è il paesaggio segnato dalle monumentali Spade nella roccia di Stavanger, sul mare del Nord, in Norvegia, lungo la via dei cavalieri medievali. Appena fuori dal centro, ad Hafrsfjord, vicino al fiordo, si stagliano le armi giganti che ricordano l’omonima battaglia, dell’872, con cui il Regno di Norvegia si riunì sotto Arald Bellachioma. Ma meritano una visita anche il Museo del petrolio, il quartiere vecchio di Gamle Stavanger e la vista dal promontorio di Skagen.

WATTENSHALL WATTENS, AUSTRIA
Un’altra destinazione per tutti i gusti è Hall Wattens, sul versante austriaco delle Alpi, a un quarto d’ora da Innsbruck. Hall in Tirol è un piccolo centro medievale, con campanili a cipolla, insegne in ferro battuto, botteghe artigiane, che vanta anche la Miniera e il sentiero che ripercorre la Via del Sale. Vicino, per le mamme, c’è il Museo Swarovski, una grotta delle meraviglie, con installazioni, opere d’arte, cristalli e ancora cristalli, a cui si aggiunge il monomarca più grande d’Europa. E non lontano il Bosco delle sfere, un eco-parco didattico, tutto in legno, invita i piccoli ad accostarsi ai principi della fisica attraverso il gioco: con la pista per le biglie più grande del mondo i ragazzini sperimentano le leggi della gravità, nel circuito fra gli alberi e i prati di Glungezer.

CatturaKIDZANIA, PORTOGALLO
Un’altra chicca? A una manciata di chilometri da Lisbona, Kidzania replica su scala ridotta una città con strade, auto, moto, quartiere degli artisti, offrendo uno scenario urbano in cui figurano anche lo stadio, il circuito di formula uno e l’aeroporto. In questo centro a misura di bambino, i piccoli posso “lavorare” in negozi, bar, ristoranti, caffè, o fare sport, o ancora comprare in KidZo, la valuta del luogo. E il resto della famiglia? Nella capitale portoghese va fatto il giro del tram 28, che tocca il castello di Sao Jorge e il mercatino della Feira da Ladra. Poi meritano le funicolari, la Torre di Belem, che svetta sul Tago, e Alfama, il cuore cittadino con stradine ripide e tortuose fra le strutture in pietra.

route 66ROUTE 66, USA
Ma anche nel resto del mondo non mancano di certo gli spunti per un’estate davvero al top. Quasi tutti i bambini e gli adolescenti di oggi hanno visto Cars, film della Pixar, decine di volte. E sono rimasti incantati dalle avventure di Saetta McQueen, Cricchetto e compagni, ma anche dalle atmosfere e dal fascino decadente della Route 66, la highway che taglia gli Stati Uniti da est a ovest, attraversando, in 4mila chilometri, otto Stati e tre fusi orari. Quindi perché non ripercorrere la strada federale fra neon, stazioni di servizio, cartelli iconici, motel che punteggiano la Mother Road?

BARRIERA CORALLINAQUEENSLAND, AUSTRALIA
Si va sul sicuro anche con la barriera corallina australiana, che si estende per oltre 2.300 chilometri, al largo del Queensland, nella parte nordorientale dell’Australia. Chi ha figli o nipoti l’ha riscoperta con un altro film entrato fra i classici, Nemo, e con il suo sequel, Alla ricerca di Dory, che ne hanno esaltato la bellezza, con i colori dei fondali animati da anemoni, pesci pagliaccio, polipi, squali. Perciò sulle tracce dei due pesciolini della Pixar, si può organizzare un viaggio per godersi un paesaggio marino minacciato dal riscaldamento globale.

ZANZIBARZANZIBAR, TANZANIA
Infine, per un assaggio di continente Nero, la meta giusta è Zanzibar, grazie al mix fra Africa e mare tropicale, che caratterizza l’arcipelago della Tanzania. Promette emozioni l’alloggio in un villaggio con le costruzioni tipiche, con tetti di paglia e terrazze in legno, sorvegliate da guardiani Masai, che indossano abiti coloratissimi. E oltre al fascino di spiagge bianche e acqua cristallina, tenta la possibilità di gironzolare fra gli abitati dei pescatori, dove è facile incrociare donne che trascinano sacchi di alghe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Saper vivere Argomenti: Data: 02-06-2017 10:00 AM


Lascia un Commento

*