Prêt-à-manager

Dirigere un'azienda non significa, per una donna, dover per forza rinunciare alla propria femminilità. Ne è esempio Marissa Mayer, Ceo (fashionista) di Yahoo!. Ecco come seguirne le scelte di stile.

marissa mayerQuando si è alla ricerca di fashion inspiration difficilmente capita di pensare a donne manager nel campo della tecnologia. Eppure sono molte le dirigenti di azienda che maneggiano con maestria business plan e scelte di stile, allontanandosi spesso dallo stereotipo ‘tailleur e camicia’ e osando con la loro femminilità senza perdere in alcun modo rigore. Marissa Mayer, 41 anni, CEO di Yahoo!, è senza dubbio uno dei migliori esempi. Tornata sulle pagine di cronaca recentemente per la (discussa) buonuscita da 23 milioni di dollari che riceverà in vista della fusione di Yahoo! e AOL che la porterà fuori dall’azienda, è la stessa che nel 2016 ha dichiarato di lavorare 130 ore a settimana, suscitando non poche polemiche. Il suo è uno stile femminile, classico e rigoroso. Ma soprattutto mai banale. Lo scopriamo insieme alle fashion editor della piattaforma di moda Stylight.

Marissa Mayer

Marissa Mayer

INGEGNERIA E MODA POSSONO ANDARE A BRACCETTO
Marissa è stata il primo ingegnere donna assunta da Google, nel 1999. I suoi look hanno fin da subito dettato moda in mezzo a una quantità indefinita di infradito e felpe col cappuccio (esatto, quello stereotipo molto realistico sulla Silicon Valley). In un contesto probabilmente non facile, lei non hai mai perso la sua femminilità e ha definito il suo stile a colpi di stiletto e abiti a tubino firmati Carolina Herrera e Oscar de la Renta, costruendo intorno alle sue scelte di moda uno dei suoi trademark. Lei stessa ha dichiarato al LA Times «La nostra nazione in particolare – ma anche il mondo intero – affronta ogni giorno la sfida di portare sempre più donne nel mondo dell’ingegneria. È importante dunque mostrare che nessuna deve sacrificare la sua femminilità perché è un ingegnere.» Ben detto, Marissa.

FLOWER POWER
Invitata speciale nelle front row alla NYFW, sul piano dello stile la Mayer sembra avere un asso nella manica, fatto in particolare di abiti midi strutturati, con fantasia floreale e colori decisi.

Marissa alla preview di 'China: Through the Looking Glass' - New York, 2015.

Marissa alla preview di ‘China: Through the Looking Glass’ – New York, 2015.

Un po’ come avveniva con l’ex (amatissima) first lady Michelle Obama, Marissa mostra nelle sue scelte di stile come sia possibile mantenere credibilità e autorevolezza pur non rinunciando a un tocco di anticonformismo e giocando con tessuti rigidi e fantasie ipercolorate. I suoi abiti sono spesso sbracciati e abbinati a giacchine taglio blazer o in bouclé che ricordano le Chanel; con il punto vita sottolineato da micro-cinture in pelle e vernice che slanciano la figura e la rendono ancora più femminile. Rigorosa la lunghezza della gonna, ovviamente: mai più di cinque centimetri sopra il ginocchio. Sia per il giorno che per la sera, la manager di Yahoo! ha mostrato molte volte anche la sua passione per le gonne midi e a tubino, abbinate a cardigan e a semplici bluse o maglie in tinta unita.

La presentazione di Marissa al Consumer Electronics Show (CES) - Las Vegas, 2014.

La presentazione di Marissa al Consumer Electronics Show (CES) – Las Vegas, 2014.

Marissa Mayer al Glamour Women Of The Year 2016.

Marissa Mayer al Glamour Women Of The Year 2016.

Non ci sono solo gonne e vestiti, però. Per un tocco più androgino, Marissa opta per pantaloni a sigaretta con riga davanti e top strutturati, oppure tailleur (Armani è il suo preferito) abbinati a bluse con ruches che aggiungono a un look più serioso e maschile quel lato frivolo al quale la Mayer non vuole mai rinunciare. Quando si tratta di colori, Marissa sceglie la regole delle bionde: blue is my best friend. Punta infatti spesso su questa tonalità che si abbina perfettamente ai suoi colori (e al logo di Yahoo!…) e che è un’arma vincente sia per outfit da giorno che da sera. In alternativa, Marissa dice sì al rosso (anch’esso perfetto con il suo long bob biondo) e al nero, ma solo con decorazioni preziose che lo rendono meno tradizionale.

COPIA IL LOOK DI MARISSA IN UFFICIO (E ANCHE FUORI…)
Ciò che indossiamo per andare al lavoro influenza la nostra giornata e come gli altri si interfacciano con noi. Ammettiamolo: quante volte vi siete sentite più determinate e sicure di voi perché indossavate quell’outfit che vi fa sentire belle e in grado di affrontare qualunque cosa? La manager di Yahoo! ha un consiglio di base per tutte: «Scegliete prima un capo o accessorio che sia di carattere, anche un po’ frivolo. E poi abbinatelo a capi basic». Optate dunque per gonne midi in fantasia vivace, soprattutto per la primavera, da abbinare a t-shirt monocromo e giacche in denim colorate se il vostro ambiente di lavoro è informale, o a mini blazer con taglio a X con colori tenui. Le stesse gonne diventano perfette per la sera, con un paio di stiletto a punta o sandali metallizzati. Un consiglio: soprattutto quando la gonna midi è piuttosto voluminosa, state attente alla lunghezza. L’effetto ‘adolescente’ è dietro l’angolo e siamo sicuri tutte vogliate evitarlo. Se invece puntate sui pantaloni, scegliete un taglio dritto ma non troppo skinny, e indossateli in estate insieme a top in tessuto rigido, sbracciati o a manica corta, che evidenzino il punto vita con un taglio alto o una cinturina colorata. La scarpa perfetta da abbinare per uno stile più informale? Stan Smith o Superga bianche, da cambiare alle 18:00 con un sandalo gioiello per la cena alla quale avete pensato tutto il giorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, foto, Gallery, persone, Protagonisti, Trend Argomenti: , , , , Data: 27-04-2017 09:05 AM


Lascia un Commento

*