Bimbi a nanna, ma senza tablet

Uno studio inglese sostiene che l'utilizzo del touchscreen farebbe dormire meno i più piccoli. Ma non c'è da preoccuparsi: basta limitarne l'utilizzo, soprattutto quando è ora di andare a dormire.

tablet bimbi sonnoBambini e touchscreen: un’accoppiata felice, ma non felicissima. Secondo una ricerca scientifica citata dalla Bbc, i piccoli che sono soliti giocare con smartphone e tablet migliorerebbero nei riflessi e nelle abilità motorie in genere. A fronte, però, di 15 minuti di sonno in meno per ogni ora passata davanti allo schermo.

MINUTI PREZIOSI
Non solo, l’utilizzo dei touchscreen sembra far dormire di più i neonati nelle ore diurne che in quelle notturne. A fronte di circa 12 ore di sonno giornaliere, 15 minuti in meno sembrano pochi, ma uno dei ricercatori ha ricordato come nei primi anni di vita ogni minuto di sonno sia importante per lo sviluppo.

NIENTE PANICO
Sarebbe scorretto però lanciare messaggi di allarme, perché gli stessi ricercatori ricordano come gli studi sul tema siano ancora troppo pochi per trarre delle conclusioni definitive. Per evitare di correre rischi, basterebbe adottare le stesse precauzioni che riguardano la televisione: stabilire un limite giornaliero, farlo rispettare e ridurre o azzerare la fruizione prima di andare a dormire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , Data: 14-04-2017 07:18 PM


Lascia un Commento

*