Pasquetta en plein air

di Stefania Romani
Un'escursione in bici, una degustazione in campagna, il pic-nic da tradizione. Dal Veneto alla Costiera Amalfitana, sei idee originali per godersi immersi nella natura il lunedì dopo Pasqua.

Se Pasqua è pranzo in famiglia, Pasquetta significa gita fuori porta. Per godersi un po’ di relax all’aria aperta immersi nella natura e farsi stuzzicare da un classico della primavera, come il picnic, non c’è che l’imbarazzo della scelta, fra un pasto da consumare nel verde di un giardino storico, dopo due passi tra i filari o un’escursione in biciletta lungo le rive di un fiume. Proprio pensando a chi vuole vivere una giornata en plein air il lunedì dell’Angelo, gustando leccornie regionali fra i colori e i profumi della natura, i Romantik Hotels hanno messo a punto pacchetti a hoc. LetteraDonna ha selezionato sei proposte in tutta Italia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAROMANTICISMO IN ALTO ADIGE
Fra le vette dell’Alto Adige, a Vipiteno (Bolzano), il Romantik Hotel Stafler offre l’alternativa fra un picnic di coppia o per tutta la famiglia. Il parco dell’albergo, con alberi secolari che si stringono attorno a un laghetto da fiaba, ricoperto da ninfee, conta un angolo romantico come la «casetta delle dolcezze», un rifugio con divani e cuscini, pensato per gli innamorati. E non è tutto, perché il menù prevede quattro varianti, dal Deluxe, con bollicine e pesce, al Romantico, passando per il Family e il Breakfast.

Villa Margherita (3)FIORI E RINASCIMENTO VENEZIANI
Sono invece l’ideale per una gita su due ruote i paesaggi veneti che seguono il corso del Brenta, punteggiato dalle splendide residenze progettate da Palladio, che si specchiano nell’acqua del fiume. E spesso sono circondate da distese superbe, che in questo periodo sono in piena fioritura. Villa Margherita, a Mira Porte (Venezia), che rientra nel circuito dei Romantik Hotels, per i suoi ospiti predispone un cestino da portare in bicicletta e assaporare all’aperto, magari sullo sfondo di una delle architetture rinascimentali della zona.

Franciacorta_Degustazioni en plein airIN CANTINA IN FRANCIACORTA
Sempre per gli amanti della natura, fra le vigne della Franciacorta, nel dolce paesaggio collinare che si adagia a pochi minuti da Brescia, la primavera regala un ampio ventaglio di scelte, per trascorrere un fine settimana o una giornata slow. Le alternative? Sono in programma passeggiate tematiche ad anello, pedalate lungo cinque itinerari enoturistici, tour in Vespa o a bordo di auto vintage, week end di cantine aperte. E naturalmente degustazioni e picnic en plein air.

Antica Corte Pallavicina (2)SAPORI E TRADIZIONE IN EMILIA
Ha il suo fascino anche il paesaggio della Bassa, visto tante volte nei film di Don Camillo, dove i ritmi del paese erano scanditi dal Grande Fiume. Questo lembo di Emilia è anche una terra di sapori, che conta eccellenze come il culatello di Zibello, la spalla cotta, il Parmigiano Reggiano. Per un picnic di primavera, con un cesto griffato, l’Antica Corte Pallavicina, di Polesine Parmense (Parma), propone un pasto a base di salumi, frutta, verdure, formaggi, rigorosamente a chilometro zero, e con specialità che vanno dalla focaccia all’insalata fredda di grani antichi. E gli chef Massimo e Luciano Spigaroli firmano anche le cartine con i percorsi da seguire a piedi o in bicicletta.

Canonica - EsternoSTORIA E PACE IN UMBRIA
Certo la natura umbra, nel fazzoletto che circonda l’Hotel Tenuta di Canonica, a Todi (Perugia), trasmette un senso di pace che non ha eguali, grazie alle colline verdi con a valle il Tevere e uno sfondo come la Basilica della Consolazione di Todi. Nel giardino si può aprire la tovaglia e gustare il contenuto del cestino, che conta la torta farcita con formaggi e salumi umbri, sfogliatelle di zucchine e melanzane, plumcake salato ripieno di verdure, dolcetti del posto. E chi vuole godersi i panorami da un punto di vista diverso, ha l’opportunità di noleggiare una Vespa per raggiungere il lago Trasimeno alla scoperta di abbazie millenarie.

1 MSR_Panoramica del ResortMARE E PROFUMI AD AMALFI
È un fascino fuori dal tempo anche quello dell’antico Monastero Santa Rosa, che dall’alto di una scogliera a picco sul mare, ha accolto le monache domenicane di clausura fino al secolo scorso. Diventato un resort con vista privilegiata sulla costiera Amalfitana, l’Hotel & Spa di Conca dei Marini (Salerno) vanta un giardino di bouganville e un orto in cui i profumi dei limoni si fondono a quelli delle erbe officinali. Oltre al benessere di una piscina a sfioro modellata a mano e di una spa ricavata nella roccia, dà l’occasione di assaggiare piatti a base di pesce del Tirreno fra gli aromi dell’orto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 09-04-2017 10:00 AM


Lascia un Commento

*