Citazioni a fin di Bene

Il 16 marzo 2002 si spegneva il grande attore teatrale. Provocatorio, controverso, mai scontato: una miniera di idee che prima indignavano e poi facevano riflettere. Ecco dieci frasi da ricordare.

CARMELO BENE, GRANDE ASSENZA DI QUESTI DIECI ANNIControverso, fuori dagli schemi, polemico, provocatore. Carmelo Bene, scomparso il 16 marzo 2002, nella scena culturale ha lasciato un vuoto che ancora non è stato colmato. Perché quando era sulla scena lo si amava incondizionatamente, e quando invece si abbassava a esplorare i meandri del tubo catodico indignava e scandalizzava perbenisti e benpensanti, incapaci di cogliere il portato comunicativo di quell’uomo che anche solo sgranando gli occhi era capace di tenere qualsiasi palcoscenico.

SULLE DONNE A TEATRO
Aveva idee fuori dal comune, Carmelo Bene. Idee che non tutti apprezzavano. Come, ad esempio, la sua critica nei confronti delle donne attrici, che fece infuriare le femministe. Ma Bene non ce l’aveva con le donne in sé, quanto piuttosto col fatto che, con l’ammissione delle donne sul palcoscenico, gli uomini avessero dimenticato a interpretare il femmino nascosto dentro di sé. Un incasellamento dei generi che per Bene era fin troppo rigido.

EROS E PORNO
Ma erano notevoli anche le sue riflessioni sull’eros e sul porno, dove descrisse quest’ultimo come l’annullamento delle soggettività e la trasformazione in oggetto del desiderio, ma incapace di desiderare. Esempio di come quelle di Bene non fossero provocazioni sterili, ma affermazioni dirompenti nate da una visione del mondo coerente e mai stereotipata. Come dimostrano tante delle sue frasi memorabili, quasi aforismi. Abbiamo raccolto i più belli in questa gallery.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, foto, Gallery, persone Argomenti: Data: 16-03-2017 03:09 PM


Lascia un Commento

*