Ma quale benefattore?

Si è diffusa a macchia d'olio una bufala secondo la quale Trump avrebbe donato 20 milioni alle zone terremotate. Senza controllare la fonte, il web lo esalta. E si indigna con la politica nostrana.

trump bufalaOgni scusa è buona per indignarsi. E se la scusa non c’è, basta una bufala a scatenare la rabbia degli internauti più infervorati. Che spesso prendono per oro colato qualunque notizia appaia sulle proprie bacheche social. Come quella, pubblicata sul sito satirico Il Corriere d’Italia (attualmente in manutenzione), secondo cui «anche Trump dona 20 milioni alle popolazioni del centro Italia», dove quell’«anche» fa riferimento a un’altra bufala diffusa precedentemente che parlava di un donazione di addirittura 40 milioni da parte Papa Francesco.

TRUMP IL ‘BENEFATTORE’
La falsa notizia del generoso gesto del tycoon (della donazione non c’è alcuna traccia), riporta l’Agi, si è propagata a macchia d’olio, provocando le indignatissime reazioni degli utenti in rete: c’è stato chi ha ringraziato il presunto ‘benefattore’, chi ha colto l’occasione per lamentarsi della politica italiana, di tutto ciò che non funziona, della corruzione. Una rabbia anche comprensibile ma del tutto fuori luogo. ‘Urlare’ su Facebook la propria indignazione non può certo servire a qualcosa, soprattutto, come in questo caso, se si dà prova di essere totalmente disinteressati al controllo delle fonti e quindi alla reale comprensione dei fatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti, Top news Argomenti: , Data: 26-01-2017 01:03 PM


Lascia un Commento

*