La donna che 'contò' per la Nasa

Ecco chi è Katherine Johnson, scienziata (oggi 99enne) la cui storia è raccontata nel film Il diritto di contare, di Theodore Melfi, nelle sale italiane a partire dall'8 marzo.

Katherine JohnsonTra i nominati agli Oscar nella categoria Miglior Film c’era anche Il diritto di contare (Hidden Figures), di Theodore Melfi. La pellicola, battuta poi da Moonlight e disponibile nelle sale italiane a partire dall’8 marzo, racconta la storia vera della scienziata afroamericana Katherine Johnson (interpretata da Taraji P. Henson), che dagli Anni ’50 agli Anni ’80 lavorò con la Nasa, collaborando (insieme alle colleghe Dorothy Vaughn e Mary Jackson) alla preparazione di alcune delle più importanti missioni del secolo. Ecco cosa sappiamo su di lei.

LE ORIGINI
Nata nel 1918 a White Sulphur Springs, nello Stato della Virginia Occidentale, Katherine è figlia di Joshua, un contadino, e Joylette Coleman, un’insegnante. Il suo talento e la sua passione per l’ambito scientifico emersero già nei primi anni della sua vita tanto che nel periodo del college un professore decise addirittura di aggiungere alcuni corsi di matematica solo per lei. Concluse gli studi con il massimo dei voti nel 1937, all’età di 18 anni, e poi iniziò a insegnare matematica, francese e musica in una scuola elementare.

L’ARRIVO ALLA NASA
Interessata alla ricerca, l’occasione professionale della sua vita quando un parente le segnalò che il National Advisory Committee for Aeronautics (NACA, diventata in seguito NASA), era alla ricerca di donne afroamericane da assumere nel dipartimento di Guida e Navigazione. Nel 1953 Katherine entrò nella squadra. Inizialmente lavorò come ‘computer’, facendo calcoli e analisi (e subendo, nei primi anni, discriminazioni per via delle sue origini), mentre dal 1958 fino al suo ritiro nel 1986 fu impegnata come ingegnere aerospaziale, collaborando a diverse missioni. Alcuni esempi: nel 1959 calcolò la traiettoria per il volo di Alan Shepard (primo americano nello spazio); dieci anni dopo, quella per la missione sulla Luna di Apollo 11 e nel 1970 lavorò per alla missione Apollo 13. Fu molto stimata per la sua competenza e precisione: nel 1962, prima di volare in orbita intorno alla terra, chiese che fosse proprio Katherine a verificare l’esattezza dei calcoli.

LA FAMIGLIA
Si sposò due volte. La prima, nel 1939 con James Francis Goble. Gobles, da cui ebbe tre figlie. Colpito da un cancro al cervello, l’uomo morì nel 1956. Tre anni dopo, Katherine si unì in matrimonio al tenente colonnello James A. Johnson. Oggi ha 99 anni e vive in Virginia.

AGLI OSCAR
La sua ultima apparizione pubblica è stata propio la notte degli Oscar. Qui, scortata nientemeno che da Taraji P. HensonOctavia SpencerJanelle Monáe – le tre attrici protagoniste de Il diritto di contare - è salita sul palco più importante del cinema. «Grazie, grazie molte», ha sussurato con la voce rocca e rotta dall’emozione. Avvolta in un abito azzurro molto elegante e seduta sulla sua sedia a rotelle la donna non è voluta assolutamente mancare alla celebrazione del lavoro di una vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , Data: 08-03-2017 04:10 PM


Lascia un Commento

*