Addio alla guerriera di casa Bosé

di Federico Capra
Si è spenta a 41 anni Eleonora Salvatore, in arte Bimba. Malata di cancro al seno dal 2014, dopo oltre due anni di lotta, è stata sconfitta da quel male che invano aveva tentato di estirpare.

bosè bimbaA portarla via a soli 41 anni è stato quel cancro contro cui combatteva dal 2014. Una battaglia lunga, durata oltre due anni. Alla fine, però, Bimba Bosé ha dovuto alzare bandiera bianca contro quel nemico diventato nel tempo troppo più forte di lei. Stilista, modella, attrice e dj. Del resto nelle sue vene scorreva sangue d’artista. Nipote dell’attrice Lucia Bosé e del torero Luis Dominguin, era nata dall’unione di Lucia Gonzalez Bosé (sorella di Miguel e di Paola) e di Alessandro Salvatore. E infatti quello di Bimba Bosé era un nome d’arte. Uno pseudonimo sotto il quale si celava Eleonora Salvatore.

STELLA SPAGNOLA
Nata a Roma l’1 ottobre 1975, di Bimba Bosé l’Italia si ricorda solo per la sua parentela con mamma Lucia e lo zio Miguel. Ma è in Spagna che Eleonora aveva trovato la sua dimensione, diventando una vera e propria celebrità della penisola iberica. Merito della sua carriera da modella prima e da attrice e stilista poi.

GLI ESORDI
Bimba Bosé aveva iniziato infatti a muovere i primi passi nel mondo della moda posando per fotografi ti tutto rispetto. A immortalarla erano stati artisti del calibro di Steven Meisel e Mario Testino. Ad affascinarli era stata quel suo aspetto androgino che in breve tempo le fece conquistare le copertine di Vogue e Harper’s Bazaar. Poi le tante sfilate sulle passerelle di mezzo mondo la consacrarono come top model internazionale.

bosèDA MODELLA AD ARTISTA
Ma si sa, il lavoro da modella è breve quanto il battito d’ali di un colibrì. Così, dopo aver detto addio alle passerelle, Bimba Bosé decise di reinventarsi artista tuttofare. In primis come cantante del trio The Cabriolets. Memorabile rimane però il duetto con lo zio Miguel nel brano Como un lobo, tratto dall’album Papito del 2007. È stato invece del 2010 il suo debutto cinematografico grazie al ruolo di Bel, donna liberale ed emancipata, ne Il Console di Sodoma. Una parte che le permise, negli anni successivi, di recitare in altri tre film. L’ultimo nel 2016 con un cammeo in Juliet di Pedro Almodovar. In mezzo anche la partecipazione al talent show Levante All Stars in cui si classificò quarta.

LA MALATTIA
Nel 2014 poi lo choc. Una sberla in pieno volto al pubblico spagnolo che negli anni l’aveva tanto seguita e ammirata. Bimba Bosé aveva il cancro. Nonostante la malattia lei non si arrese stupendo tutti dopo essersi fatta fotografare subito dopo l’intervento di mastectomia per rimuovere il tumore al seno, mostrando le cicatrici dell’operazione. Nell’estate 2016 aveva annunciato che la sua battaglia contro il cancro era tutt’altro che terminata, fino al triste epilogo di lunedì 23 gennaio 2017 con la notizia della sua morte.

IL SALUTO
«Buon viaggio Bima, mia complice, mia compagna, mio amore, mia figlia preferita». Così Miguel Bosé, su Twitter, ha voluto salutare pubblicamente per un’ultima volta quella nipote a cui era molto legato sin da quando era piccina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: Data: 23-01-2017 04:07 PM


Lascia un Commento

*