First lady fantastiche e come diventarlo

Melania Trump arriva alla Casa Bianca, ma in molti dubitano che possa essere all'altezza di chi l'ha preceduta. Da Marta Washington a Michelle Obama, ecco le dieci figure con cui si deve confrontare.

Donald al posto di Barack, Melania al posto di Michelle. Cambio di inquilini alla Casa Bianca, ed è inutile negare che il mondo è un po’ preoccupato dai nuovi inquilini. Specie dal 45esimo Presidente degli Stati Uniti. Perché dalla signora Trump, invece, non ci si aspetta granché, se non stravaganze un po’ pacchiane come la trasformazione dell’orto di Michelle in un campo di minigolf. E c’è, forse, anche un velo di sessismo nel guardare a questa ex modella, prima first lady della Storia ad aver posato nuda, ed essere inclini quindi a giudicarla come una donna probabilmente più frivola delle sue antesignane. Se è vero che dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna, Melania rischia per contrappasso di essere additata come una piccola donna per colpa del marito (che è ancora presto per giudicare, ma in pochi si aspettano qualcosa di buono). Anche perché la sua immediata predecessora è stata sicuramente tra le first lady più influenti e di maggior successo di sempre, visto che già c’è chi la vorrebbe come prossima candidata democratica. Proprio a partire da Michelle Obama, dunque, ripercorriamo a ritroso le first lady che hanno lasciato il segno, scelte dalla Cnn.

MICHELLE OBAMA
Ha giocato un ruolo importantissimo nella campagna elettorale del marito. Il suo primo mandato da first lady è stato all’insegna del supporto alle famiglie dei militari e della lotta all’obesità, in particolare quella infantile, promuovendo uno stile di vita sano. Prima di entrare alla Casa Bianca, dove è stata dal 2009 al 2017, lavorava all’Università di Chicago come direttrice esecutiva degli affari esterni.

Hillary Clinton Campaigns Across Florida, Encourages Early VotingHILLARY CLINTON
In questa classifica non poteva mancare. Cresciuta professionalmente come avvocata, con uno spiccato interesse per il diritto famigliare, da first lady (1993-2001) si è battuta per i diritti dei bambini e per quelli delle donne. In quel periodo inoltre, ha anche presieduto la commissione per la riforma del sistema sanitario, collaborando con il Congresso nel plasmare la nuova legge.

First Lady Barbara Bush greets the delegates attenBARBARA BUSH
Dal 1989 al 1993 la moglie di George Senior si dedicò a numerose cause umanitarie, come ad esempio gli aiuti ai senzatetto, il sostegno agli anziani e la lotta all’Aids. La dislessia del figlio Neil, inoltre, la spinse anche a promuovere programmi contro l’analfabetismo.

Former First Lady Nancy Reagan greets visitors toNANCY REAGAN
Gli anni dell’edonismo reaganiano furono segnati, oltre che dalla presidenza di Ronald (1981-1989), anche dalla lotta all’abuso di droga e alcol tra giovani. Una battaglia in cui la first lady si impegnò moltissimo, viaggiando per il Paese e visitando centri di riabilitazione. Memorabile la conferenza con le first lady di altri 17 Paesi che tenne sul tema.

rosalynn-carter-1-photoROSALYNN CARTER
Forse tra le first lady con più influenza politica di sempre. Tra il 1977 e il 1981, infatti, prese spesso parte alle riunioni di gabinetto, addirittura agendo come portavoce del marito in America latina.

Lady_Bird_JohnsonLADY BIRD JOHNSON
La moglie di Lyndon Johnson (presidente dal 1963 al 1969) si impegnò nel sostegno ai bambini delle aree più disagiate ed economicamente depresse del Paese, promuovendo e predicando inoltre la politica dell’abbellimento, vale a dire la valorizzazione estetica di luoghi e spazi, soprattutto a Washington.

jacqueline kennedyJACQUELINE KENNEDY
Prima che il suo ‘mandato’ da first lady venisse stroncato dalla tragedia, Jacqueline Kennedy si stava impegnando molto per riportare la Casa Bianca al suo splendore originario, in un’opera di restauro e ripristino storico. Promosse anche una legge che impedì ai futuri inquilini della Casa Bianca di sbarazzarsi di qualsiasi pezzo di arredamento.

eleanor rooseveltELEANOR ROOSEVELT
Integrità, immagine pubblica, risultati. Tre pilastri che sono valsi a Eleanor Roosevelt, secondo un sondaggio, il titolo di miglior first lady di sempre. Fu la prima a dare un certo peso alla figura che rivestiva, tenendo conferenze stampa e anche esprimendosi pubblicamente su temi politicamente rilevanti all’interno di una rubrica giornalistica.

edith wilsonEDITH WILSON
Tra il 1915 e il 1921, Woodrow Wilson rimase semiparalizzato. Fondamentale in quegli anni fu, quindi, il sostegno della moglie, attraverso la quale passavano tutte le comunicazioni più importanti. Al punto che qualcuno la definì ‘presidente segreto’.

martha washingtonMARTHA WASHINGTON
Infine, la capostipite di tutte le first lady, la prima nel suo genere: non amava affatto la scena pubblica, ma ebbe comunque la sua influenza grazie ai ricevimenti settimanali in cui stringeva importanti rapporti con i membri del Congresso e della comunità locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , Data: 20-01-2017 06:00 PM


Lascia un Commento

*