Quando Fabo chiedeva aiuto a Mattarella

Fabiano Antoniani, tetraplegico e non vedente dopo un incidente, si è sottoposto ai trattamenti di fine vita in Svizzera. «Arrivato qui solo con le mie forze e non grazie a uno Stato assente».
Immagine anteprima YouTube

«Signor Presidente della Repubblica, sono sempre stato un ragazzo molto vivace». Inizia così l’appello di Fabiano Antoniani, per gli amici Fabo, rivolto a Sergio Mattarella. Una richiesta d’aiuto per fuggire da quel corpo che ormai, per lui «un po’ ribelle», è diventata una prigione. A più di 10 anni da Piergiorgio Welby, un’altra persona ha deciso di chiedere al Presidente della Repubblica di intervenite sulle scelte di fine vita in Italia. Soprattutto perché Fabo, 39 anni, è da tempo immobilizzato in una lunga notte senza fine.

L’INCIDENTE
Era il 2014 quando, a causa di un grave incidente automobilistico, Fabiano Antoniani si è ritrovato cieco e tetraplegico. Una condizione rarissima al mondo che permane nonostante anni di terapie tutte senza esito. Da qui la decisione di voler porre fine a «una quotidianità che non chiama più vita». Anche per questo Fabo si è rivolto all’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica che si batte per le libertà civili dall’inizio alla fine della vita. Nasce anche da questo incontro il commovente video in cui questo ragazzo racconta la sua esperienza, motivando il perché vorrebbe l’eutanasia.

L’ARRIVO IN SVIZZERA
Dopo aver portato il suo caso all’attenzione dei media, dj Fabo si è recato Oltralpe per ricevere la tanto agognata eutanasia. «Sono finalmente arrivato in Svizzera, e ci sono arrivato purtroppo con le mie forze e non con l’aiuto dello Stato. Grazie a Marco Cappato (esponente dei Radicali Italiani e membro dell’Associazione Luca Coscioni, ndr) per avermi sollevato da un inferno fatto di dolore». Con queste parole Fabo, direttamente su Facebook, aveva annunciato di aver raggiunto la clinica dove si sarebbe sottoposto ai trattamenti di fine vita.

cappato faboFINE DELLA PISTA
Trattamenti somministrati, come ha confermato Cappato, alle 11.40 di lunedì 27 febbraio 2017. Finisce qui la lunga battaglia di Fabiano Antoniani, in una clinica svizzera vicina a Zurigo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, video Argomenti: , , Data: 27-02-2017 11:59 AM


Lascia un Commento

*