Una libraia contro gli stereotipi

Insieme alla sorella, Filomena Grimaldi ha deciso di offrire un caffè a tutti i clienti che acquistano un libro scientifico da regalare a piccole lettrici. Per «tutelare i diritti delle donne».

libreria controvento grimaldi beneventoUn caffè offerto a chi compra libri scientifici da regalare alle bambine. Succede nella libreria Controvento di Telese Terme, in provincia di Benevento, dove, riporta Repubblica, la libraia Filomena Grimaldi e sua sorella hanno deciso di provare a infrangere i paletti di genere presenti anche in ambito letterario. Libri a tema scientifico, su navi o esplorazioni sono infatti spesso considerati inadatti per le bambine. E in questo senso, ha spiegato la libraia, le più ‘rigide’ sono sopratutto le mamme, le zie,  le nonne, che preferiscono acquistare per le loro piccole le classiche fiabe sulle principesse. Viceversa, sottolineano le due sorelle, per i maschietti spesso non sono contemplati testi di cucina, pittura o favole con protagoniste di sesso femminile.

libriUNA PICCOLA PROVOCAZIONE
Lasciare che i bambini leggano di tutto, a prescindere dal sesso, è per le Grimaldi un loro diritto: quella del caffè, ha spiegato la libraia, è «una piccola provocazione» per fare luce su una questione che riguarda tutta l’Italia, da nord a sud. All’estero, ha aggiunto, le cose stanno diversamente:  «A Londra, dove vivono mia sorella e la mia nipotina, i bambini e le bambine sono esposti ad ogni genere di stimolo culturale».

«BISOGNA OFFRIRE DIVERSI STIMOLI CULTURALI AI BAMBINI»
Perché impedire a una bambina di esplorare, fin dai primi anni di vita, diversi ambiti della cultura? Perché privarla di qualcosa che, invece, potrebbe appassionarla? Domande che la libraia si pone anche a partire dalla propria esperienza: «A 30 anni sono rimasta affascinata da un libro sulla storia dei pirati e mi sono chiesta: ‘Possibile che mi è arrivato sotto il naso solo ora?’. Se fossi stata un maschio sicuramente avrei ricevuto questo libro da piccolo», ha raccontato la donna. E ha aggiunto: «Ci vantiamo tanto di Samantha Cristoforetti ma se è arrivata a essere un’astronauta probabilmente avrà ricevuto stimoli culturali che le hanno permesso di scegliere questa strada».

«LA SCUOLA È FONDAMENTALE»
Da cosa partire per cambiare le cose? Filomena Grimaldi non ha dubbi: dalla scuola, «il luogo delle opportunità per tutti». Intanto, da Controvento, (che ha in programma una serie di incontri scientifici aperti a bambini e bambine) e i clienti mostrano interesse per l’iniziativa delle due sorelle. Qualcuno, ha raccontato Grimaldi, è già entrato in libreria per chiedere «un caffè».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , Data: 16-01-2017 06:52 PM


Lascia un Commento

*