Una petizione contro il divorzio istantaneo

Il talaq-ul-bidat, antica pratica del mondo islamico, sopravvive in India. Permette ai mariti di terminare il matrimonio ripetendo tre volte una parola, anche via sms o email: le mogli musulmane si sono coalizzate per renderla incostituzionale.

In India esiste una breve e singolare pratica che consente ai mariti di sciogliere immediatamente il matrimonio: ripetere tre volte la parola «talaq», anche via email o sms. Ma ora numerosi mogli, stanche di convivere con questa minaccia costante, hanno presentato alla Corte Suprema le loro petizioni di protesta, con la speranza di cancellare per sempre la possibilità di divorzio istantaneo.

I PRO E I CONTRO
Il talaq-ul-bidat è un’antica pratica del mondo islamico, vietata però ormai ovunque, anche in Pakistan e Bangladesh, Paesi che confinando con l’India dove, invece, è ancora praticata da più integralisti. Basti pensare che a fine 2016, quando l’Alta Corte di Allahabad aveva dichiarato il talaq-ul-bidat incostituzionale, il leader dell’Indian Muslim Personal Law Board, aveva dichiarato: «Meglio divorziare da una donna che ucciderla», riferendosi ai tanti femminicidi che si verificano nel Paese, a maggioranza induista. Il fatto è che il talaq-ul-bidat, se da una parte può salvare numerose mogli dalla violenza dei mariti, dall’altra può lasciarle da un momento all’altro senza un sostegno economico e una casa in cui andare a vivere con i figli. Per questo, consente agli uomini di tenere in scacco le mogli, che vivono con la spada di Damocle del ‘triplo talaq’.

NEL CORANO NON C’È
Il caso è arrivato fino a Delhi. Se la Corte Suprema, spinta dalle petizioni, dichiarerà incostituzionale il talaq-ul-bidat, il 14% delle mogli indiane (ovvero quelle musulmane), si potrà liberare finalmente dal gioco del divorzio istantaneo. E sarebbe anche l’ora, viene da dire: come ha spiegato l’attivista Zakia Soman al Guardian, infatti, nel Corano non il triplo talaq non viene mai menzionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , Data: 11-01-2017 07:31 PM


Lascia un Commento

*