Il tormentone sbarca anche a Sanremo

di Federico Capra
Chi è Rory Graham, in arte Rag'n'Bone Man, nuovo superospite al Festival. Il cantante britannico, diventato famoso con Human, è atteso sul palco dell'Ariston insieme ad altri volti noti. Da Tiziano Ferro sino a Mika.

Rag'n'Bone ManSe Sanremo chiama, gli ospiti (spesso) rispondono. Un po’ per l’onore di salire sul palco dell’Ariston – lo stesso calcato nel passato da mostri sacri della musica nostrana – un po’ per i lauti compensi pattuiti. Resta il fatto che la lista di star e cantanti al seguito di Carlo Conti sembra non finire mai. A fare da apripista ai tanti superospiti presenti al Festival è stato certamente Tiziano Ferro. Il cantante ha infatti accettato di esibirsi nella prima serata sanremese, martedì 7 febbraio, raccogliendo così il testimone da Laura Pausini nome big voluto a tutti i costi da Conti per inaugurare l’edizione 2016.
Ma Tiziano Ferro avrà buona, per non dire ottima, compagnia. Perché l’Ariston, oltre al 36enne artista di Latina è già pronto ad applaudire le performance di altri grandi cantanti. Su tutti Giorgia, reduce dal successo del nuovo singolo Oro nero. Senza dimenticare i vari Mika e Ricky Martin. E con Maria De Filippi al fianco del conduttore toscano in veste di spalla ufficiale, il banchetto è servito. Ma le sorprese non sembrano finire qui. Perché Carlo Conti ha anche annunciato l’arrivo in Riviera di Rag’n'Bone Man, il cantautore britannico che sta spopolando anche in Italia.

LE ORIGINI
Rory Graham, vero nome di Rag’n'Bone Man che in italiano significa straccivendolo, è un ragazzo come ce ne sono tanti al mondo. Almeno sino al 2016 quando col suo singolo Human ha scalato le vette delle classifiche musicali di mezzo mondo consacrandosi astro nascente del panorama pop-rock. Nato a Uckfield, nel Regno Unito, il 29 gennaio 1985 Rory ha dimostrato sin in tenera età di avere un dono immenso: quello di arrivare all’anima delle persone con la sua voce e la sua musica.

PRIMI PASSI
Ecco che ancora adolescente iniziò a muovere i primi passi in quell’ambiente che da lì a diversi anni gli avrebbe dato il successo. A 15 anni entrò così a far parte di alcune crew drum and bass oltre a esibirsi in diversi locali della sua città. La svolta avvenne quando Rory si innamorò del blues pubblicando il suo primo disco – era il 2012 – l’EP Blues town. Fu un flop. Ma questo non gli impedì di continuare a inseguire il suo sogno. Quando iniziò la sua collaborazione col produttore Mark Crew, Rag’n'Bone Man riuscì ad imporsi al grande pubblico con gli EP Wolves (2014) e Disfigured (2015).

IL SUCCESSO
Ma il successo arriverà a luglio 2016 quando il suo Human, nato dopo il contratto firmato con la casa discografica Columbia Records, lo ha portato a cavalcare l’onda del successo. Tanto in Inghilterra, dove è stato chiamato ad aprire numerosi concerti di star internazionali, quanto in Italia. Basti pensare che il suo singolo è uno dei più passati alla radio. Ora Sanremo. Non come concorrente, ci mancherebbe. Ma come superospite della kermesse musicale più importante dello Stivale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , Data: 11-01-2017 01:41 PM


Lascia un Commento

*