La sindrome premestruale? Tutta colpa dei geni

Le spie che in molte donne annunciano l'arrivo delle mestruazioni, come irritabilità, ansia e una leggera depressione, adesso hanno un'origine precisa. Lo rivela una ricerca pubblicata sulla rivista Molecular Psychiatry.

sindrome premestrualeIrritabilità, ansia e una leggera depressione. Tutti sintomi che le donne conoscono bene. Così come gli uomini al loro fianco in certi giorni. Eppure la sindrome premestruale, che chiamata così dagli Anni ’60 colpisce fino al 25% della popolazione femminile in età fertile, era stata considerata a lungo una malattia immaginaria. Anche se non ha ancora un’origine certa, ma la scienza sta andando nella direzione giusta. La notizia arriva direttamente dagli Stati Uniti.

GLI STUDI SUL DISTURBO PIÙ RARO
Una ricerca pubblicata sulla rivista Molecular Psychiatry, condotta dai National Institutes of Health degli Stati Uniti e coordinata da Peter Schmidt e David Goldman, ha infatti individuato i meccanismi molecolari all’origine della sua forma più rara, il Disturbo disforico premestruale. Questa sindrome, che colpisce dal 2% al 5% delle donne, come spiegano i ricercatori è causata dal malfunzionamento dei geni che controllano la risposta agli ormoni sessuali femminili, cioè gli estrogeni e il progesterone.

L’ANOMALIA GENETICA OSSERVATA
I ricercatori hanno osservato l’attività dei geni nei globuli bianchi di donne colpite dalla forma grave della sindrome, confrontandola poi con quella delle stesse cellule di donne che non ne soffrono. Il ‘colpevole’ è stato così identificato in un gruppo di geni dal comportamento anomalo, chiamato Esc/E(Z), che ha il compito di produrre le proteine che permettono di rispondere a stimoli esterni, come ad esempio ormoni sessuali e fattori che causano stress. La scoperta delle cause del Disturbo disforico premestruale dovrebbe adesso aiutare a capire come hanno origine i casi più gravi della sindrome.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , , Data: 04-01-2017 06:52 PM


Lascia un Commento

*