«Che Dio ci liberi dagli uomini»

In un video realizzato da Majed Al-Esa, alcune donne saudite coperte da niqab ballano, vanno sullo skateboard, giocano a basket e a bowling. Cantando a gran voce il loro desiderio di emancipazione.

arabiaHa già raccolto più di due milioni di visualizzazioni su YouTube il video realizzato dall’artista Majed Al-Esa. All’inizio della clip, il cui titolo è Hwages (‘problemi’, in arabo) si vedono alcune donne in niqab accomodarsi sui sedili posteriori di un’automobile guidata da un giovane ragazzo. Parte la musica e le donne battono le mani a ritmo di musica. Cantano «che Dio ci liberi dagli uomini»: un’espressione decisamente desueta, soprattutto se utilizzata nella conservatrice regione di Al-Qassim, al nord-est di Riyad, capitale dell‘Arabia Saudita.

«GLI UOMINI CI RENDONO FOLLI»
Le protagoniste del video cantano, vanno sullo skateboard, giocano a basket, a bowling, ballano, si divertono. «Gli uomini ci hanno reso malate psicologicamente, ci rendono folli», cantano. Nel filmato compare anche la sagoma di Donald Trump.

UN INNO ALLA LIBERTÀ
Il video, vero e proprio inno al femminismo, è stato apprezzato da molti internauti, ma allo stesso tempo ha tutte le ‘carte in regola’ per far innervosire i più conservatori, in un territorio nel quale le donne sono totalmente subordinate agli uomini. Il filmato è disponibile qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , , , Data: 02-01-2017 05:14 PM


Lascia un Commento

*