Ultimo ace per Ana

di Federico Capra
La Ivanovic ha annunciato il suo ritiro dal tennis giocato a soli 29 anni. Tutta colpa dei «troppi problemi fisici che mi impediscono di restare al top». Ecco cinque curiosità sull'atleta serba.

ana ivanovic«Non sono più in grado di essere la numero uno, per questo ho deciso di ritirarmi». Questo in sintesi il messaggio che la tennista Ana Ivanovic ha affidato ai social network. Una scelta difficile causata da quel polso acciaccato che sembrava non voler guarire mai. Almeno non del tutto, non come avrebbe voluto lei. Ed ecco che l’atleta serba ha deciso di dire addio, a soli 29 anni, a quel mondo che aveva sognato sin da piccina. «È dall’età di cinque anni che desideravo essere una stella del tennis», si legge ancora nel post su Facebook. Desiderio che si è tramutato in realtà portandola a vincere il Roland Garros nel 2008 e a essere, per un breve periodo, la numero uno al mondo. «Ho fatto cose che non avrei mai potuto immaginare di fare. Ho vinto 15 titoli, giocato tre finali Slam e delle finali di Fed Cup. Direi che non è andata così male per un ragazza proveniente dalla Serbia!». Scopriamo alcune curiosità su questa campionessa tanto amata quanto vincente.

PALMARÈS DA TOP
Già, vincente. Perché nell’arco della sua carriera agonistica la Ivanovic ha portato a casa ben 14 trofei. Il suo apice? Addirittura otto anni fa. Era il 2008 e in una sola stagione Ana Ivanovic riuscì ad alzare al cielo il Roland Garros, l’Indian Wells e un altro trofeo a Linz. Poi un lungo digiuno, dovuto anche ai costanti problemi fisici, interrotto solo nel 2014 con le vittorie a Tokyo, Auckland, Monterrey e Birmingham.

NUMERO UNO
Successi che l’hanno portata a diventare la numero uno del mondo superando l’agguerrita concorrenza di mostri sacri del tennis come le sorelle Williams e Maria Sharapova. Così, quella ragazza serba nata a Belgrado il 6 novembre 1987, dal 9 giugno al 10 agosto 2008 e dal 18 agosto al 7 settembre dello stesso anno, per un totale di 12 settimane, fu sul tetto del mondo.

Ana-Ivanovic-imageGIOVANE ESORDIO 
Una scalata verso il successo che non poteva essere altrimenti per Ana Ivanović che nel 2003, ad appena 16 anni, fece il suo esordio tra i professionisti. Col primo acuto destinato ad arrivare solo l’anno seguente, quando, 17enne, raggiunse la finale juniores del prestigioso torneo di Wimbledon nella quale venne sconfitta dalla Bondarenko.

MARITO CALCIATORE
E che dire dell’amore? Ana è felicemente sposata col calciatore tedesco del Manchester United ed ex Bayern Monaco Bastian Schweinsteiger. I due sono convolati a nozze a luglio 2016, scegliendo Venezia come scenario della loro unione civile e religiosa.

ANCORA NEL TENNIS
Difficile però che, dopo il suo ritiro, la Ivanovic si concentri solo al marito diventando una perfetta donna di casa. Per il futuro Ana ha già tanti progetti. Su tutti diventare ambasciatrice del tennis nel mondo oltre che istruttrice e allenatrice delle future campionesse del circuito internazionale. Anche se non nasconde di volere, prima o poi, avere un figlio. E chissà se anche lui (o lei) diventerà degno di tanta madre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 29-12-2016 11:52 AM


Lascia un Commento

*