Influencer in pista

di Paola Medori
Sono entrambi fashion blogger di successo. Prima erano amici, ora, per ballare insieme a Dance Dance Dance, sono diventati anche colleghi. Intervista a Chiara Nasti e Roberto De Rosa.

DDD2Lei, giovanissima fashion blogger da oltre un milione di follower su Instagram. Lui, web influencer di successo appassionato di fotografia e viaggi.
Amici di lunga data, Roberto De Rosa e Chiara Nasti, che si conoscono da quando lei aveva 15 anni, sono diventati anche colleghi sul palco di Dance Dance Dance, su FoxLife il mercoledì in prima serata. Se prima condividevano l’amicizia e la passione per lo stile, ora li uniscono anche la fatica e il sudore degli allenamenti, sempre tra una risata e l’altra. «Viviamo quest’avventura senza nessuno stress mentale, ma solo un po’ di stanchezza fisica e qualche ‘acciacco’», confessano a LetteraDonna. Durante la seconda puntata del talent, in onda il 28 dicembre, saranno in cerca del riscatto finale: la vittoria per rimanere in gara. Una sfida a colpi di danza contro la coppia Mirco Bergamasco e la moglie Ati. Nel corso della prima puntata, infatti, le due coppie sono finite nella «Danger Zone», ovvero negli ultimi due posti della classifica e sono a rischio eliminazione. Toccherà a Mirco nei panni di Justin Timberlake in Rock Your Body gareggiare contro Chiara Nasti che ballerà il suo assolo sulle note di Problem di Ariana Grande.

DOMANDA: Avevate mai ballato prima d’ora?
RISPOSTA
Chiara: Dal punto di vista professionale no, ho fatto tanti anni di atletica leggera ma direi proprio che non è la stessa cosa.
Roberto: Assolutamente no, questa è la mia prima volta in assoluto.
DOMANDA: Quale giudice temete di più?
RISPOSTA
Chiara: In linea teorica Luca Tomassini perché mi sembra quello più severo. Anche se forse dovrei temere di più Vanessa Incontrada: credo che Robi ed io non siamo la sua coppia preferita.
Roberto: Senza dubbio Luca, dice sempre cose verissime ed è un giudice molto molto severo!
DOMANDA: Ci raccontate una giornata tipo a casa Dance Dance Dance? Qual è la parte più difficile?
RISPOSTA
Chiara
: Direi che posso rispondere anche per Robi perché ormai condividiamo notte e giorno, in pratica ogni momento. Ci alziamo, vengono gentilmente a prenderci in hotel e ci portano dove ci alleniamo e via così fino a pranzo quando ci fermiamo un’oretta. Poi di nuovo ad allenarci e quando non siamo ai campetti lo facciamo in studio. Insomma, ormai siamo totalmente assorbiti dal programma. La parte più difficile per me è non avere tempo per tutto il resto: il mio lavoro e la famiglia.
Roberto: La stessa cosa vale per me. Mi manca molto il fascino di Milano, ormai casa mia da anni e, devo dire, mi manca vivere immerso nel mondo della moda.
DOMANDA: Tra i concorrenti vedete più competizione o puro divertimento?
RISPOSTA
Chiara e Roberto: Sicuramente il divertimento. Chi è competitivo di carattere è normale lo sia anche qui, ma è tutto uno spasso e stiamo stringendo anche forti legami di amicizia.
DOMANDA: Dance Dance Dance è uno show moderno, colorato e fresco. Tra le diverse coreografie di videoclip, musical e film memorabili quale sperate di rifare?
RISPOSTA
Chiara: Speravo di ballare qualcosa di Ariana Grande e vi prometto di stupire tutti…
Roberto: Io vorrei tanto qualcosa di Usher… Chissà! Lo scopriremo nelle prossime puntate.
DDD1DOMANDA: Ballate a volte in coppia, a volte da soli. Cosa preferite?
RISPOSTA
Chiara e Roberto: Da soli è più facile sotto alcuni punti di vista ma essere insieme sul palco ci dà molta più forza e coraggio. Il ‘noi’ è da sempre la soluzione vincente.
DOMANDA: Quale è il vostro punto debole e quello di forza?
RISPOSTA
Chiara: Il punto di forza credo sia la nostra spontaneità. Quello debole è sicuramente il fatto di non essere abituati a stare su un palco o comunque a misurarci davanti ad un pubblico così numeroso.
Roberto: Sono d’accordo con Chiara, credo però che potremo veramente sorprendervi.
DOMANDA: Con quale altra coppia vi state trovando meglio?
RISPOSTA
Chiara: Sicuramente Tania e Giovanni che sono simpaticissimi. Ormai siamo diventati grandissimi amici.
DOMANDA: Siete entrambi fashion blogger. Come vi siete avvicinati alla moda? Quanto è forte il rapporto tra questo mondo e il ballo?
RISPOSTA
Chiara
: Ho iniziato per caso da giovanissima, già a 15 anni lavoravo seriamente con aziende importanti. È stata più la passione per la fotografia che per la moda ad avermi portato ad iniziare.
Roberto: La stranezza della cosa è che anche per me è così, ho iniziato come fotografo di Street style per poi dedicarmi totalmente alla moda.
DOMANDA: Da poco è scomparsa un’icona della moda e del suo linguaggio: la direttrice di Vogue Italia Franca Sozzani, che sembra non amasse i fashion blogger. Cosa ne pensate?
RISPOSTA
Chiara e Roberto: Preferiremmo evitare di rispondere a questo tipo di domanda, ma solo per rispettare il recente lutto.
DOMANDA: Oggi l’immagine è tutto, così come la perfezione fisica. Ricorrereste mai al bisturi?
RISPOSTA
Chiara: Se ti fa star bene, perché no? Non fai male a nessuno.
Roberto: Non ne sento l’esigenza ma in caso contrario non mi farei nessun problema.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 28-12-2016 05:29 PM


Lascia un Commento

*