Dieci padrini per i Rolling Stones

Il 2 dicembre esce Blue & Lonesome, ultimo album della leggendaria band, tutto di sole cover. Che omaggiano i grandi del blues da cui hanno preso spunto e ispirazione nella loro carriera.

rolling stonesDopo 54 anni di carriera e altrettanti da leggende della musica, i Rolling Stones risalgono la china del tempo per riscoprire le proprie radici e rendere omaggio ai padri del blues senza i quali loro non sarebbero mai esistiti. Blue & Lonesome è il titolo del nuovo album, pubblicato il 2 dicembre, un lavoro che include solo cover e che alla critica è piaciuto moltissimo. Sono dodici i brani inclusi, in alcuni dei quali è possibile sentire anche la chitarra di Eric Clapton, che ha collaborato volentieri con la band. E sono tutte canzoni che sono state interpretate da pionieri di quel genere da cui poi sarebbe scaturito il rock.

willie dixonWILLIE DIXON
Classe 1915, è l’uomo che ha dato forma a quel Chicago Blues da cui è venuto fuori anche un personaggio come Chuck Berry. Gli Stones lo omaggiano con due brani: Just Like I Treat You e I Can’t Quit You Baby. I suoi brani sono talmente seminali che le cover realizzate negli anni non si contano (vi si cimentarono anche i Led Zeppelin).

jimmyreedJIMMY REED
La sua hit del 1957 Little Rain è un perfetto saggio delle sue qualità di chitarrista e cantante. Nato nel 1925 e deceduto appena 50 anni più tardi, aveva gli stessi numeri dei colleghi più famosi e celebrati, ma la sua scalata al successo fu frenata dalla piaga dell’alcolismo e da altri problemi personali: quando, a 32 anni, sviluppò l’epilessia, i medici la scambiarono per delirium tremens.

lightnin slimOTIS HICKS
Musicista, operaio in una fonderia e poi di nuovo musicista. La parabola di Lightnin’ Slim (questo il suo soprannome), omaggiato dagli Stones con Hoo Doo Blues, ha dell’incredibile: iniziò la sua carriera discografica negli Anni ’50, poi sul finire dei ’60 si prese una pausa per lavorare nella fonderia. Ma il calore era troppo e gli rovinava le mani. Nel giro di un paio d’anni tornò nel giro, finendo anche per fare qualche tour in Europa. Morì a Detroit nel 1974, a 61 anni.

little walterLITTLE WALTER
Sono ben due i suoi brani inclusi nell’album degli Stones: Hate to See You Go e I Gotta Go. Nel corso della sua carriera è diventato noto in particolare per il suo incredibile talento con l’armonica blues, scoprendo nuove sonorità e nuove possibilità espressive per uno strumento che sembrava aver detto tutto. Morto appena 38enne, è stato incluso in innumerevoli Halls of Fame.

Eddie_TaylorEDDIE TAYLOR
Cantante e chitarrista blues, non ha mai raggiunto la popolarità degli altri esponenti della scena di Chicago. La sua Ride ‘Em On Down, comunque, ha fatto epoca anche grazie alla collaborazione di Jimmy Reed. E non è un caso che gli Stones l’abbiano ripresa.

Miles_GraysonMILES GRAYSON & LERMON HORTON
Sono gli autori di Everybody Knows About My Good Thing. Poco noti, ma grandi musicisti come i Rolling Stones sono tali proprio perché grandi conoscitori, in grado di trarre ispirazioni preziose da chicche che spesso, con il passare del tempo, vengono dimenticate.

Magic SamMAGIC SAM
L’autore di All Of Your Love era un altro dei ragazzacci del blues di quegli anni. Morto nel 1969 a 32 anni, mostro la sua vena ribelle fin da giovane, quando venne sbattuto sei mesi in carcere per diserzione. Il suo successo non fu circoscritto agli Stati Uniti, ma arrivò anche nel Nord Europa. E viene ricordato anche da John Belushi nel corso del film I Blues Brothers.

memphis slimMEMPHIS SLIM
È l’artista il cui brano fa da title track all’album degli Stones e che, in un certo senso, ha fatto un po’ da traghettatore del blues, suonandolo negli Anni ’30 quando ancora era affine al jazz, e continuando a sperimentare agli albori del rock.

howlin wolfHOWLIN’ WOLF
Il lupo ululante del blues è l’interprete e autore di Committ a crime. Non solo un grande artista, ma anche un uomo con un carisma che nasceva dalla sua figura possente e da una voce esplosiva. Molti dei suoi brani fanno parte dell’Abc della storia del rock.

buddy johnsonBUDDY JOHNSON
Just Your Fool non è nata con Cindy Lauper, ma con Buddy Johnson e sua sorella Ella, che la portò al successo nel 1954. Nato nel South Carolina, trovò il successo a New York, ma non dimenticò mai le sue origini. Che, effettivamente, venivano costantemente a galla nelle sonorità dei suoi brani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: Data: 02-12-2016 04:47 PM


Lascia un Commento

*