L'Europa giustifica (a volte) lo stupro

Lo dice uno studio condotto sugli abitanti Ue secondo cui la violenza sessuale non dovrebbe essere punibile in alcuni casi. Tra le discriminanti maggiori ci sarebbe l'uso di alcol e droghe.

stuproIl dato è agghiacciante: un quarto delle persone che vivono in Europa credono che lo stupro sia giustificabile in alcune circostanze. Lo suggerisce una ricerca commissionata dall’Unione Europea per far chiarezza sulla crescente ondata di violenze sessuali registrate nel continente.
I ricercatori hanno chiesto a 30 mila cittadini provenienti da diversi Paesi dell’Ue se pensavano fosse accettabile costringere qualcuno fare sesso contro la propria volontà. Il 27% degli intervistati in tutta Europa ha spiegato che lo stupro possa essere accettato in alcune circostanze specifiche. Al contrario il 12% sostiene che uno stupro dovrebbe essere giustificato nel caso in cui la vittima avesse preso drink o droghe. Dichiarazioni scioccanti a cui si devono aggiungere quelle di un 11% che ritiene accettabile costringere una persona a fare sesso contro la sua volontà se questa sino a un attimo primo si è dimostrata affabile o se non lotta chiaramente per sottrarsi allo stupratore.

OGNI LUOGO È PAESE
Ovvio, le cifre variano da Paese a Paese. Ad esempio il 60% degli intervistati provenienti dalla Romania hanno sostenuto la legittimità dello stupro in alcuni casi. Tra il campione proveniente dal Regno Unito, invece, il 22% pensa che il reato sia accettabile se le vittime erano ubriache o drogate.
Questo giustificherebbe il perché almeno una donna su cinque subiscono violenze almeno una volta nella loro vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: , Data: 30-11-2016 07:52 PM


Lascia un Commento

*