«Giudicateci per i successi, non per il nostro sesso»

In una lettera aperta la tennista Serena Williams invita tutte le donne a farsi rispettare tanto nella vita quanto sul luogo di lavoro. E soprattutto spiega di «non smettete mai di sognare alla faccia delle critiche».

serena williamsCon una lettera aperta inviata al Guardian, la campionessa statunitense di tennis Serena Williams ha voluto incoraggiare tutte quelle donne che lottano giornalmente per eccellere in un mondo guidato dagli uomini. «Quando ero piccola ho fatto un sogno. Sono sicura che lo avete fatto anche voi. Il mio non era un desiderio comune perché sognavo di essere la miglior giocatrice di tennis al mondo». Inizia così la missiva dell’atleta che negli anni ha conquistato ogni trofeo possibile immaginabile diventando la tennista più forte al mondo. Una di quelle atlete temute, rispettate e soprattutto ammirate da avversarie e fan.

La Williams ha scritto questa lettera per ricordare al mondo intero come ogni sogno celi sempre delle difficoltà. Soprattutto se a inseguirlo è una donna: «Troppo spesso non siamo supportate abbastanza o addirittura siamo scoraggiate nel scegliere il nostro percorso. Spero che unendo le nostre forze questa situazione possa cambiare», ha aggiunto la tennista. Che poi ha proseguito spiegando come le critiche inferte si debbano sempre trasformare in armi adatte «per migliorare e migliorarci. Alla faccia di chi ci deride».

Ma ciò che preme più alla Williams è proprio la disparità tra uomini e donne. Soprattutto perché la tennista si dice «frustrata» a causa proprio della diversità di trattamento tra i due sessi. Tanto nella vita quanto nel lavoro. «Non vorrei mai vedere mia figlia essere pagata meno di mio figlio per lo stesso impiego. E sono sicura che questo non andrebbe giù nemmeno a voi». Parole che si inaspriscono nella parte conclusiva: «Come sappiamo, le donne devono abbattere molte barriere sulla strada per il successo. Uno di questi ostacoli è il modo in cui ci viene costantemente ricordato che non siamo uomini, come se fosse un difetto. [...] Io però vi dico che dobbiamo sempre essere giudicate per i nostri successi, non per il nostro sesso».

La missiva si chiude con la Williams che chiede a tutte le donne di non smettere di sognare e ancora di più di farsi sempre rispettare. Tanto nella vita quanto sul luogo di lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti, Top news Argomenti: , Data: 29-11-2016 07:16 PM


Lascia un Commento

*