Il leader che amava le donne

di Luca Burini
Due mogli, una decina di figli tra legittimi e illegittimi, tante amanti. La vita privata, tra leggenda e cronaca, dell'ex presidente cubano Fidel Castro morto il 25 novembre 2016 a 90 anni.
Fidel Castro.

Fidel Castro.

«Condannatemi, non importa, la storia mi assolverà». Ne era certo Fidel Castro. L’uomo che l’8 gennaio 1959 ha cambiato per sempre la storia di Cuba. Lider Máximo, lo chiamavano. E a ragione. Visto che per anni è stato uno dei leader mondiali più temuti. Il 25 novembre 2016 alle 10.30 ora cubana (4.30 in Italia) Fidel Castro è morto a 90 anni dopo una lunga malattia. Ad annunciarlo alla tivù nazionale è stato il fratello Raul ufficialmente alle redini del Paese dal 2006. «Hasta la victoria, siempre», ha detto lui nel suo discorso citando lo slogan politico per eccellenza della sinistra rivoluzionaria. In alcuni delle centinaia di articoli pubblicati nelle ore successive all’annuncio, qualcuno lo definisce il comunista più longevo. Altri il comunista più intransigente. Altri ancora il Comande o il Presidente. Parole adatte a noi, spesso distratti, lettori. Ma Fidel era prima di tutto un uomo. E quindi un marito, un padre e, soprattutto, un amante. Certo la vita privata che noi conosciamo è un mix tra verità, propaganda e leggenda. E leggenda vuole che siano ben 35 mila le donne il Lider Máximo riuscì a conquistare.

Mirta Diaz Balart e Fidel Castro.

Mirta Diaz Balart e Fidel Castro.

LA PRIMA MOGLIE 
Due però sono state le mogli ufficiali. Con la prima Mirta Díaz-Balart, rimase sposato dal 1948 al 1955 ed ebbe un figlio, Fidel Ángel ‘Fidelito’, oggi fisico nucleare. Figlia di un politico cubano e sorella di un compagno di studi universitari di Castro, dopo il divorzio la donna si è risposata e si è trasferita in Spagna facendo perdere le sue tracce. Di tanto in tanto pare sia tornata a Cuba per visite occasionali organizzate dall’ex cognato Raul.

Dalia Soto del Valle e Fidel Castro.

Dalia Soto del Valle e Fidel Castro.

LA SECONDA MOGLIE, DALIA, L’INVISIBILE
Poi negli Anni ’60 è arrivata Dalia Soto del Valle. Di lei, a parte il nome, si sapeva ben poco. «È bruna, è brutta, è alta», erano le voci che circolavano. Ma in pochi l’avevano vista davvero. Secondo alcuni si sposarono subito, secondo altri non prima del 1980, quando il primo dei loro cinque figli, tutti maschi, aveva già festeggiato il 18esimo compleanno. Nata a Trinidad, nel sud di Cuba, da una famiglia dell’alta borghesia terriera, Dalia ha fatto la sua prima apparizione pubblica solo nel 1992. Poi finalmente nel 2003, subito dopo il 75esimo compleanno del Presidente, uscirono alcune sue foto. La stessa sorte è toccata ai figli Alexis, Alejandro, Alexander, Antonio e Angel (pare che la scelta di nomi con A iniziale sia dovuta all’ammirazione che Castro nutriva per Alessandro Magno) le cui prime immagini vennero pubblicate dai media, occidentali, solo nel 2000.

Alina Fernandez Castro.

Alina Fernandez Castro.

AMANTI E FIGLI NATURALI
Tra le virtù del Comandante, però, di certo non c’era la fedeltà. Oltre alle avventure da una sola notte, tipiche dei viaggi all’estero, Fidel ebbe una relazione con l’aristocratica cubana Natalia Revuelta, anche lei sostenitrice della revolución. Questa però non fu l’unica trasgressione del Lider Máximo che ebbe figli da storie occasionali. La più celebre è sicuramente Alina Fernandez, nata dall’amore con la Revuelta. Mai riconosciuta dal padre, nel 1993 fuggì da Cuba travestita da turista, visse per 21 anni a Miami, criticando il padre, e tornò sull’isola per occuparsi della madre malata. Poi ci sono Jorge Angel, che pare sia nato a metà degli Anni ’50, Panchita Pupo, che ora vive in Florida, Ciro che, come il fratellastro Antonio, è esperto di medicina sportiva e vive all’Avana e, infine, Fito, nato nel 1970 dal colpo di fulmine, se così possiamo definirlo, tra Fidel e la moglie del direttore dell’agenzia cubana del turismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , Data: 26-11-2016 07:08 PM


Lascia un Commento

*