Natale da fiaba

di Stefania Romani
Da Verona fino alla Germania, sei mete per chi non sa resistere al fascino dei mercatini.

Scenari da fiaba, profumi dell’Avvento, bancarelle che rimandano all’atmosfera dei centri alpini: è il fascino dei mercatini. E se si aggiungono le musiche natalizie, il gioco è fatto. Quindi se volete farvi tentare da un viaggio nella tradizione, ecco qualche dritta per riscoprire le ricette delle nonne e la manualità, le competenze, la maestria che ci sono dietro all’artigianato artistico. LetteraDonna ha scelto per voi sei mete con scorci che sembrano usciti da una cartolina: si va dai resti archeologici di Aosta alla Romantische Strasse che taglia la Baviera, passando per il villaggio coperto più grande d’Italia e uno specchio alpino della Slovenia.

VALLE D'AOSTA - Mercatino Natale Aosta (foto Enrico Romanzi)-7828AOSTA
Le rovine romane che fanno da sfondo a una lunga sfilata di casette in legno. Sono gli ingredienti che rendono speciale il Marché Vert Noël di Aosta, di forte impatto. Fra gli aromi e i sapori dei prodotti di montagna, si respira l’aria dei paesini d’alta quota, in cui sono esposti vini, formaggi e dolci. Ma la chicca sono i prodotti di artigianato delle valli, che vanno dalla lana cotta al feltro, passando per pizzi, realizzati rigorosamente a mano, e oggetti di legno, saponette aromatiche, manufatti in ceramica. Fino all’8 gennaio 2017.

rovereto

(Foto di Lorenzo Viesi).

TRENTO
Fra le vette del Trentino, nel cuore della Vallagarina, si stende Rovereto (Trento), città di memoria e atmosfera veneziana, dove le bancarelle espongono con un occhio di riguardo per lavori provenienti da Betlemme, dalla Bielorussia e dall’Ungheria. Però si trovano anche i prodotti e i dolci della tradizione, al Natale dei popoli, accompagnato dall’aroma di cannella, dal profumo di resina, dalle melodie e dai rintocchi della celebre campana cittadina, fusa con il bronzo dei cannoni usati nella Grande Guerra. Fino al 6 gennaio 2017. E non lontano, ad Ala, sta per partire la prima edizione di un altro appuntamento con lo shopping festivo di montagna.

flover4VERONA
Compie 20 anni il Villaggio Flover di Bussolengo (Verona), mercato natalizio coperto più esteso d’Italia, che per l’edizione attuale si rifà al tema della Fabbrica dei giochi. Con un allestimento da favola, partendo da contenitori di sogni e speranze, gli automi e gli gnomi realizzano attraverso una catena di montaggio giocattoli per tutti i gusti. All’interno del vivaio, con tanto di fattoria didattica, decorazioni, oggettistica, biancheria per la casa, occorrente per il presepio e per l’albero regalano un’impressione da paese dei balocchi. E all’esterno c’è la casetta in legno di Babbo Natale, arredata di tutto punto, con camera da letto, cucina e sala da pranzo. Fino all’8 gennaio 2017.

carinziaCARINZIA
In un angolo della Carinzia, all’atmosfera magica delle bancarelle di Klagenfurt e Villach, ormai diventate mete classiche, si aggiunge l’apertura di un sentiero tematico dedicato all’Avvento, che si snoda ad anello per quasi tre chilometri a quota 1700 metri. L’itinerario, appena inaugurato, conta diverse tappe all’interno di fienili ristrutturati, con attività che ruotano attorno a temi diversi: si va dal laboratorio degli orsacchiotti per i bambini, alla baita della meditazione alle botteghe artigiane. All’inizio del percorso, che si raggiunge con una slitta trainata dai cavalli, i visitatori ricevono una lanterna per illuminare la strada appena rischiarata dalle fiaccole. E non è tutto, perché chi vuole godersi la regione da un punto di vista inedito può scegliere la crociera lungo il fiume Drava o l’uscita in battello sul lago Wörthersee. Fino a Natale

SLOVENIA
Offre uno scenario unico il mercatino allestito lungo le sponde del Lago di Bled, specchio alpino della Slovenia, che abbraccia un’isoletta su cui svetta una piccola chiesa gotica, con il campanile a cipolla, sullo sfondo delle alture imbiancate. Si tratta di un’area suggestiva, che sembra uscita da una cartolina: il laghetto, soprattutto dal tramonto, si tinge dei toni azzurri delle fiabe. Oltre ai banchi con oggetti d’arte, creazioni mauali, decori natalizi, ci saranno gli spettacoli e le performance di un gruppo di artisti che ricorre a costumi coloratissimi e a effetti speciali. E gli appuntamenti festivi offrono anche l’occasione per accostarsi ai sapori e alle bevande della regione della Gorenjska. Dal 2 dicembre all’8 gennaio 2017.

GERMANIA
Per godersi i mercatini lungo la Romantische Strasse, ovvero il percorso che tocca in oltre 360 chilometri le città più belle della Baviera e del Baden-Württemberg, è stato messo a punto un pacchetto di almeno tre giorni. Che prevede tappe da favola nella Germania meridionale. La prima è al castello di Neuschwanstein, voluto da re Ludovico II, nelle forme esuberanti che hanno stregato Walt Disney. L’itinerario incrocia quindi Augusta, fra le città più antiche, che si snoda attorno alla torre Perlach e alla cattedrale di San Pietro. Infine c’è Rothenburg, gioiello medievale, molto ben conservato, sul quale svetta il castello dei conti. Fino all’Epifania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Saper vivere Argomenti: , Data: 27-11-2016 10:00 AM


Lascia un Commento

*