Una miliardaria anti-gay per Trump

Chi è Betsy DeVos, futura segretaria dell'istruzione Usa. Fa parte di una ricca famiglia di imprenditori, è contro i matrimoni omosessuali e potrebbe favorire le scuole private rispetto a quelle pubbliche.

betsy devosDa adesso si fa sul serio. Abbandonati i toni più estremi tenuti durante la campagna elettorale, Donald Trump comincia a mettere insieme i pezzi della sua squadra di governo. E non solo aprendo le stanze del potere a quei repubblicani che nei mesi scorsi l’avevano avversato, ma anche all’altra categoria che più di tutte è stata bersaglio delle sue affermazione: le donne. Affidato a Nikky Haley il ruolo di ambasciatrice dell’Onu, il presidente Trump ha scelto Betsy DeVos come segretaria all’istruzione: una scelta precisa, perché Betsy è una leader del choice movement, che prevede sostegni fiscali o sottoforma di voucher per quei genitori che scelgono le scuole private per i propri figli.

MILIARDARIA
Betsy DeVos non è una sostenitrice di Trump della prima ora, anzi. Non ha mai nascosto di preferire gli altri candidati repubblicani, come Jeb Bush e Marco Rubio. La famiglia DeVos, come spiega Forbes, è sempre stata sostenitrice del Partito Repubblicano, che per anni ha finanziato cospicuamente. Betsy, inoltre, ha la sua base nel Michigan, uno degli Stati chiave su cui Trump ha costruito la propria vittoria. Segnale che, dopo aver sparigliato le carte, Trump vuole prima di tutto ricompattare il partito, e poi rafforzare la propria posizione nel Midwest. Incidentalmente, Besty DeVos è una miliardaria come Trump: è la nuora di Richard DeVos, cofondatore di Amway e titolare di un patrimonio valutato intorno ai cinque miliardi di dollari.

LEGAMI RELIGIOSI
Betsy ne ha sposato il figlio, Richard ‘Dick’ Junior, insieme al quale ha fondato il gruppo di investimeno WindQuest. Suo fratello Erik Prince, invece, è il fondatore della Blackwater, compagnia militare privata nota perché nel 2007 quattro dei suoi contractor (poi condannati) uccisero senza motivo 14 iracheni. Ma le critiche che hanno accolto la nomina di Betsy vertono su altro: il Washington Post sottolinea i suoi forti legami con la comunità evangelica del Michigan, motivo di preoccupazione per chi teme ingerenze religiose in faccende che dovrebbero rimanere laiche e statali.

I TIMORI PER LA SCUOLA PUBBLICA
Che Betsy sia conservatrice su alcuni temi, è cosa nota: su Advocate, ad esempio, ricordano la veemenza con cui cercò di far passare un emendamento con l’obiettivo di bandire i matrimoni gay nel Michigan, battaglia in cui si è impegnato tutto il clan DeVos. Ma, dato il ruolo assegnatole da Trump, è sul fronte dell’educazione che gli oppositori avanzano i maggiori dubbi: la politica dei voucher e degli sgravi fiscali, secondo i suoi detrattori, altro non sarebbe che un sistema camuffato per deviare fondi pubblici a favore di scuole private (e, preferibilmente, religiose).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: Data: 24-11-2016 12:29 PM


Lascia un Commento

*