Il trucco c'è ma non si vede

di Stefania Maroni
I fondotinta di ultima generazione mimetizzano ogni imperfezione senza farsi notare. In più idratano, illuminano, proteggono e mantengono la pelle elastica. I nostri consigli per non sbagliare.

Beautiful woman face. Perfect makeupDeve dissimulare le imperfezioni, uniformare il colorito, rendere la pelle luminosa, proteggerla, idratarla e mantenerla giovane. Come se non bastasse deve anche assicurare una lunga tenuta. Il tutto senza farsi notare. A nessun cosmetico si chiede tanto, solo al fondotinta, che oggi si mostra all’altezza delle aspettative: i prodotti di ultima generazione, infatti, garantiscono performance eccellenti e ad ampio raggio. Merito dell’alta tecnologia, che ha permesso di creare texture che aderiscono come una seconda pelle e di inserire nelle formule speciali pigmenti fotoriflettenti, capaci di generare una luminosità diffusa, abbinati a principi attivi mirati alle diverse esigenze dell’epidermide. Il più usato è l’acido ialuronico, uno dei principali componenti del tessuto connettivo, da cui dipende l’elasticità e la resistenza della pelle. Il fondotinta diventa così un vero trattamento di bellezza (nella gallery, trovate quelli che debuttano in questa stagione).

GIOCHI DI LUCI E OMBRE
Nel trucco da giorno, il fondotinta deve creare una base perfettamente uniforme. Nel make up da sera, invece, si può giocare con luci e ombre. Per dare rilievo ai lineamenti, per esempio, funziona a meraviglia la tecnica del chiaroscuro: stendere una nuance più chiara su fronte, naso, zigomi e mento, una appena più scura su tempie e guance; mentre per rendere più luminoso il viso sotto le luci artificiali basta ritoccare le stesse zone con gli appositi stick o ciprie lievemente iridescenti.

APPLICAZIONE AD ARTE
Nei backstage delle sfilate e sulle riviste patinate le modelle sfoggiano sempre un viso radioso, capolavoro d’esperti truccatori. Ecco i loro segreti:

• Prima del trucco, stendere la crema idratante con un leggero massaggio: la pelle diventa più elastica e il fondotinta aderisce meglio.
• Sopra la crema distribuire un primer, fluido trasparente che riempie rughette e pori dilatati.
• Applicare il fondotinta in cinque punti del viso: fronte, naso, mento e appena sotto gli zigomi. Quindi ‘tirarlo’ a piccoli tocchi, sfumandolo accuratamente lungo i lati del naso, l’attaccatura dei capelli e il contorno della bocca.
• Non dimenticare le orecchie: basta passare sui lobi e lungo il bordo il residuo di fondotinta rimasto sui polpastrelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*