Nuda contro il body shaming

Un monologo e uno striptease nella metro di New York. La modella taglie forti Iskra Lawrence ha deciso di intervenire così contro gli insulti e i commenti indesiderati rivolti alle donne.

Iskra Lawrence Iskra Lawrence, volto del marchio Aerie, fa parte della nuova generazione di modelle ‘taglie forti’. Come la più nota Ashley Graham, milita per l’accettazione di un corpo femminile diverso da quello ‘imposto’ dall’industria della moda e dalle riviste di bellezza. Così, riporta La Parisienne, nell’ambito del movimento Unmuted, nato dopo l’elezione di Donald Trump, la giovane donna ha deciso di intervenire contro il cosiddetto body shaming (insulti e commenti indesiderati rivolti alle donne). E per fare il suo ‘appello’, ha scelto uno dei luoghi più affollati e variegati di New York: la metro.

IL MONOLOGO IN METRO
Entrata in un vagone, la modella ha iniziato il suo monologo, parlando di sé, della sua esperienza: «Sono cresciuta odiando quello che vedevo nello specchio perché la società mi diceva che non andava abbastanza bene», ha affermato. E ha aggiunto: «Pensavo di non andare bene perché non avevo cosce abbastanza sottili, avevo la cellulite, non ero magra». Durante il discorso la modella ha iniziato a togliersi i vestiti per mostrare le sue forme morbide senza alcun pudore. La colpa, ha continuato, è di una società che ha limitato gli standard di bellezza sempre di più. Mentre le donne sono molto di più di un corpo magrissimo: «Siamo tutti fratelli e sorelle, siamo tutti uguali, questi corpi non sono che vascelli», ha concluso.

Immagine anteprima YouTube
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, video Argomenti: Data: 22-11-2016 06:04 PM


Lascia un Commento

*