La rivoluzione sulle punte

di Federico Capra
Tamara Rojo è dal 2012 che guida l'English National Ballet. La seconda compagnia più prestigiosa del Regno Unito. Negli anni, sotto la sua guida, la compagnia ha subito radicali cambiamenti. Ecco chi è l'artefice di tutto questo.

rojioStella della danza classica, lobbista, psicologa e portavoce per i diritti civili. Di Tamara Rojo si può dire tutto, tranne che sia una donna poco impegnata. Specialmente da quando, nel 2012, è diventata direttore artistico dell’English National Ballet. Un ruolo di prestigio, certo, ma anche estremamente complicato dato che si è dovuta scontrare sin da subito col più famoso e rinomato Royal Ballet. Ma in questi anni la Rojo non si è mai arresa, dando una solida identità alla seconda compagnia per prestigio del Paese. E lo ha fatto intendendo in un modo del tutto innovativo, se non addirittura rivoluzionario, la gestione di una compagnia di danza itinerante e composta da 67 artisti.

LE ORIGINI
Spagnola, classe 1974, ha iniziato a studiare danza all’età di 5 anni. Sin da subito i suoi maestri capirono che la piccola Tamara sarebbe stata una predestinata del balletto. Tanto che a 11 anni diventò studentessa a tempo pieno al Real Conservatorio Profesional de Danza Mariemma. A seguirla nei suoi progressi furono i maestri Victor Ullate e Karemia Moreno. Ma Tamara Rojo non è solo danza. Spinta anche dai genitori proseguì i suoi studi accademici. Tanto da diplomarsi al conservatorio all’età di 16 anni e iniziare un percorso universitario conseguendo nel tempo un dottorato di ricerca in arti dello spettacolo all’Università di Madrid.

rojoL’INIZIO DELL’AVVENTURA
Ma si sa, il talento, dopo essere stato scoperto, deve solo venir valorizzato. Così dopo una fugace apparizione allo Scottish National Ballet, tra il 1996 e il 1997, è entrata a far parte dell’English National Ballet. Le sue movenze pulite e il modo di ballare rivoluzionario l’hanno portata a venir nominata proprio nel ’97 Dance Revelation of the Year. Tutto questo clamore intorno alle sue performance portarono altri prestigiosi corpi di ballo a interessarsi della sua persona. Su tutti il Royal Ballet al quale approdò ufficialmente nel 2000. Qui la sua carriera decollò definitivamente ricevendo ruoli da protagonista in balletti come Il lago dei cigniLo schiaccianociDon Chisciotte e molti altri.

NUOVA SFIDA
Questo sino al 2012 quando la sua carriera ebbe una nuova ennesima svolta. In quell’anno, infatti, l’English National Ballet annunciò che Tamara Rojo sarebbe diventata ballerina e direttore artistico della compagnia. Da quel giorno si è data da fare e nel 2015 ha stretto col teatro Sadler Wells un’associazione che ha permesso al National Ballet di promuovere e presentare al mondo il proprio lavoro contemporaneo. «Tamara è una donna speciale. È sempre alla ricerca di idee, alla ricerca di connessioni artistiche», ha commentato l’art director della struttura teatrale. La sfida principale della Rojo è quella di raccogliere abbastanza fondi per permettere alla compagnia che dirige di avere un futuro roseo e prosperoso. Questo permetterebbe al corpo di ballo itinerante del National Ballet di sopravvivere, continuare a esibirsi e soprattutto crescere sotto l’impulso innovatore di questa ballerina spagnola così amata dal pubblico inglese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: Data: 22-11-2016 02:59 PM


Lascia un Commento

*