Genitori che non chiudono le porte a chiave

Può capitare che un figlio 'becchi' mamma e papà a fare sesso. La situazione può diventare traumatica da una parte, imbarazzante dell'altra. Come si può risolvere? Ecco i consigli e le testimonianze delle utenti di Mumsnet.

La fine dell’innocenza, della cicogna, dei cavoli. Vedere i propri genitori fare sesso può essere un trauma destinato a durare per tutta la vita. Solo chi c’è passato può capire la sensazione. È anche vero che stare dall’altra parte non è il massimo: da una certa età in poi, infatti, i bambini capiscono, intuiscono qualcosa. E non gli si può raccontare più che «mamma e papà stavano facendo la lotta». Una donna, ‘beccata’ dal figlio di sette anni mentre faceva l’amore con il marito, si è rivolta alle utenti di Mumsnet, chiedendo alle altre mamme se avessero avuto esperienze analoghe, e nel caso, un consiglio su cosa raccontare ad un bambino in questi casi. Ecco le risposte più curiose.

«Nostro figlio di sette anni ci ha sentiti mentre lo stavamo facendo: era in camera sua ma la porta era aperta. Ci ha urlato: ‘State saltando sul letto? Posso venire anche io?»

«A otto anni la nostra figlia più grande è entrata in camera mentre stavamo facendo sesso. Se n’è rimasta lì, in piedi. Quando ce ne siamo accorti, mio marito le ha detto ‘Stavo avendo un attacco d’asma e mamma mi ha aiutato’. E lei: ‘Ah pensavo steste facendo sesso’ e se n’è andata via»

«Nostra figlia ci ha visti mentre stavamo facendo l’amore. Le abbiamo detto che papà stava facendo le flessioni sulla mamma. Lei il giorno dopo lo ha raccontato al nostro vicino»

«I libri sono utili quando devi insegnare qualcosa, ma non credo che dovrebbero essere la fonte principale»

«Gli direi che mamma e papà stavano avendo un momento privato e che non dovrebbe dirlo a nessuno. Oppure digli pure la verità, sempre precisando di non raccontarlo in giro»

«Almeno ringrazia che vi ha sorpresi mentre lo stavate facendo nella posizione del missionario e non da dietro. Sarebbe stato molto peggio».

«Nostro figlio è entrato in camera e si è nascosto sotto al letto. Ci siamo accorti che era lì solo quando ha iniziato a ridacchiare»

«Da piccolo sono stato svegliato tantissime volte dai gemiti di mia mamma. Quini, nel rispetto del bambino che sono stato, vi chiedo di fare sesso in modo rispettosa, cercando di mantenere il volume basso»

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 21-11-2016 05:58 PM


Lascia un Commento

*