Un'attrice fantastica e dove trovarla

Katherine Waterston è Porpentina Goldstein, la protagonista femminile dello spin-off nato dalla saga di Harry Potter. Un'attrice che dopo tanta gavetta teatrale, si prepara a dominare il grande schermo.

Porpentina-GoldsteinNon deve essere facile recitare a fianco di un premio Oscar come Eddie Redmayne, specie in un film che ha il difficile compito di raccogliere l’eredità di una saga come Harry Potter. Katherine Waterston, però, non si è lasciata scoraggiare, anzi: ha capito che il ruolo di Porpentina Goldstein (Tina per gli amici) avrebbe potuto aprirle le porte del grande pubblico, e così, armata di bacchetta magica e cappellino a cloche, si è tuffata nella New York Anni ’20 di Animali fantastici e dove trovarli, nei cinema italiani dal 17 novembre.

CRESCIUTA A TEATRO
Nel film che inaugura il nuovo franchise nato dalle suggestioni di J.K. Rowling, Tina Goldstein è una funzionaria del Magico Congresso degli Stati Uniti d’America, che è stata declassata dal ruolo di Auror (maghi d’élite guardiani dell’ordine e della giustizia) e costretta a un lavoro d’ufficio noioso dove le sue qualità non possono emergere. L’incontro con il magizoologo Newt Scamander rivoluzionerà la sua vita. Sua di Tina, ma senza dubbio anche quella di Katherine. Nata nel 1980, l’attrice statunitense ha cominciato la sua carriera cinematografica nel 2007, apparendo brevemente nel film con George Clooney Michael Clayton. Un esordio in sordina, ma Katherine non si preoccupa. Prima di dedicare tutti i suoi sforzi al cinema, preferisce affinare le sue qualità recitative sui palcoscenici teatrali.

katherine waterston vizio di formaL’INCONTRO CON ANDERSON
D’altronde, la formazione è quella: suo padre Sam è un veterano dell’immortale serie tivù Law and Order, e lei ha un diploma in recitazione conseguito alla prestigiosa Tisch School of the Arts di New York. Tra il 2007 al 2014 le sue comparsate sul grande schermo si intensificano. Ha sempre ruoli piccoli, minori, ma per il momento le bastano. Proprio nel 2014, però, arriva la chiamata di un regista particolarmente importante: Paul Thomas Anderson. Anderson porta sullo schermo Vizio di forma, film imperscrutabile con una trama sfilacciatissima tratta dal romanzo omonimo di Thomas Pynchon. Katherine interpreta Shasta, giovane ragazza che trascina il protagonista Larry Sportello (Joaquin Phoenix) in una girandola investigativa dove edilizia, controcultura e trip allucinogeni formano un tutt’uno assurdo e inestricabile.

TRA PRESENTE E FUTURO
Un anno dopo, invece, interpreta Chrisann Brennan in Steve Jobs, il film di Danny Boyle che racconta i momenti cruciali della vita del fondatore della Apple, interpretato da Michael Fassbender. Vestire i panni della moglie di uno dei personaggi più chiacchierati del XXI secolo è una sfida non da poco, anche perché Katherine deve misurarsi con uno dei migliori attori della sua generazione. Ma Katherine, che ha imparato a teatro come imporre la propria presenza scenica, sa come comportarsi, e la critica la applaude. È l’ultimo passo prima di Animali fantastici e dove trovarli. In attesa che, nel 2017, arrivi nelle sale Alien: Covenant, diretto da Ridley Scott.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , Data: 17-11-2016 10:54 AM


Lascia un Commento

*