Pulizie d'inverno

di Stefania Romani
Latte detergente o acqua micellare, un buon sapone, qualche goccia di essence lotion. E acqua fresca. Sono i prodotti indispensabili per eliminare dal viso ogni impurità e mantenere la pelle fresca.

Smiling girl applying powder.Soltanto una pelle libera da impurità, residui di trucco e cellule morte, ovvero perfettamente pulita, è in grado di utilizzare al meglio le sostanze nutrienti apportate attraverso la microcircolazione (prima tra tutte l’ossigeno) e di rigenerarsi secondo i ritmi naturali, ma anche di assorbire i principi attivi contenuti nei cosmetici. Una corretta pulizia quotidiana, quindi, è il trattamento beauty di base. Va effettuata due volte al giorno e deve essere particolarmente scrupolosa alla sera (nella gallery, trovate una selezione di prodotti dall’elevato potere detergente, ma molto delicati).

VIA OGNI TRACCIA DI TRUCCO
Le acque micellari sono perfette per eliminare il trucco e pulire il viso in modo rapido ed efficace. Contengono, infatti, particolari molecole (micelle) che hanno la capacità di inglobare impurità e pigmenti depositati sulla superficie cutanea. Funzionano bene anche le salviettine detergenti, ma non quando il trucco è pesante o waterproof. Se la pelle è molto secca, però, soprattutto nei periodi freddi, conviene optare per una crema o un latte detergenti, che contengono un’alta percentuale di lipidi.

UNA BELLA INSAPONATA
La pulizia serale richiede anche acqua e sapone, per prevenire piccoli depositi di sebo (si possono formare anche in caso di pelle arida) e rimuovere residui di polveri sottili, che tendono ad annidarsi nei pori. Ma al momento di acquistare il sapone è fondamentale controllare l’inci, ovvero l’elenco dei suoi componenti, riportato sul retro della confezione. Queste le sostanze che non devono comparire: SLES o SLS (sodio laureth solfato e sodio lauril solfato), che alterano l’equilibrio idrolipidico cutaneo; tutti i derivati del petrolio (petrolatum, paraffinumcarbomer, akrilates, copolimer), che alla lunga occludono i pori; EDTA (stabilizzante molto inquinante). Nelle formule, invece, dovrebbero sempre essere presenti oli di origine vegetale, in particolare di oliva, come nel sapone di Aleppo. Ottimo anche quello di argan.

RISCIACQUO TONIFICANTE
L’acqua non ha solo il compito di eliminare dal viso il sapone, se è molto fredda, infatti, ha effetti rassodanti, che si notano già dopo tre o quattro settimane. Il risciacquo di viso e collo deve durare almeno un minuto. E se l’acqua non vi sembra sufficientemente fredda, adottate il metodo della bellissima attrice Joan Crawford che, in epoca ante-lifting, due volte al giorno immergeva il viso in una bacinella piena di acqua e ghiaccio. Ultimo gesto: qualche goccia di essence lotion, un nuovo tipo di cosmetico che può essere abbinato al tonico o sostituirlo, la cui formula è molto ricca di principi attivi, soprattutto rigeneranti.

ESFOLIAZIONE SETTIMANALE
Anche se la pulizia quotidiana viene eseguita in modo corretto, una volta alla settimana è consigliabile effettuare un gommage o un leggero peeling cosmetico, per rimuovere le cellule morte, che non hanno più la capacità di trattenere l’acqua e ‘soffocano’ quelle nuove, più piccole e compatte, in grado di assorbire al massimo i principi attivi presenti nei cosmetici applicati successivamente. I gommage e i peeling che funzionano meglio sono quelli a base di ingredienti di origine vegetale, come le microsfere di cera di jojoba.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Bellezza, foto, Gallery, viso Argomenti: , , , , , , , , Data: 19-11-2016 10:00 AM


Lascia un Commento

*