Bodyguard velate

Durante la sua visita negli Emirati Arabi Uniti, la duchessa di Cornovaglia, Camilla, è stata accompagnata e protetta da una guardia del corpo totalmente al femminile.

camillaSi chiamano Shaima al Kaabi, Basima al Kaabi, Nisreen al Hamawi, Salama al Remeithi e Hannan al Hatawi. Coperte di nero dalla testa ai piedi, sono state scelte tra i migliori elementi della guardia presidenziale degli Emirati Arabi Uniti per accompagnare Camilla, duchessa di Cornovaglia, nella sua recente visita ad Abu Dhabi, Dubaï et Al-Aïn. Un viaggio, compiuto insieme al marito Carlo, per promuovere la tolleranza religiosa e la leadership delle donne.  «Sono affascinanti. Non ho mai avuto prima donne come sorveglianza, e loro sono incredibili», ha detto la duchessa al Daily Mail. E ha aggiunto: «Una di loro ha scalato l’Everest. Le ho chiesto quanto tempo ci ha messo e mi ha risposto 16 giorni. È impressionante».

LE GUARDIE
Clarence House ha subito postato sui social una foto di Camilla e i suoi ‘angeli’. Nella didascalia si legge: «La Duchessa con la sua guardia totalmente al femminile». C’è da sottolineare che dietro ai loro abiti tradizionali e il viso innocente e curato, si nascondono armi automatiche per nulla ‘immacolate’. Le giovani guardiane sono addestrate alle arti marziali, al combattimento a mani nude e a diverse tecniche di sopravvivenza.

UN VIAGGIO PER LE DONNE
La scelta di una difesa tutta al femminile è motivata dal fatto che viaggio di Camilla e Carlo era in particolar modo ‘rivolto’ alle donne. «Dall’ultima volta che sono stata qui negli Emirati Arabi, nove anni fa, ho visto grandi cambiamenti. Le donne hanno ruoli e lavori importanti, sono molto rispettate e lavorano fianco a fianco agli uomini. Certo, non accade in tutti i Paesi, ma qui sì», ha affermato Camilla durante il ricevimento all’Ambasciata inglese a Manama, la capitale del Bahrein.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 15-11-2016 02:46 PM


Lascia un Commento

*