Foto che piacciono a Elton John

In 25 anni ne ha collezionate 8 mila, e 175 di queste sono esposte al Tate Modern di Londra, dove il cantante ha prestato la sua voce alle audioguide. La mostra si chiama The Radical Eye.
'Glass Tears', 1932, Man Ray.

‘Glass Tears’, 1932, Man Ray.

Immaginate di entrare in un museo, di far partire la vostra audioguida e di sentire, come prima cosa, il saluto: «Ciao, sono Elton». E non un Elton qualsiasi, ma Elton John. È quello che succede a chi va al Tate Modern di Londra, dove la mostra The Radical Eye espone una selezione di fotografie provenienti dalla collezione personale del leggendario cantante britannico.

ESTETICA ELTONIANA
Si tratta di una mostra dove non c’è una sola foto scattata da Elton John. Il cantante, anzi, come spiega la Cnn, odia anche farsi fotografare. L’esposizione, però, che si compone di 175 fotografie, mostra uno spaccato interessante tanto della fotografia novecentesca quanto dei gusti estetici di sir John. La sua collezione è sconfinata: conta oltre 8 mila fotografie, che il cantante ha raccolto in 25 anni.

L’11 SETTEMBRE È TROPPO CRUDO
La mostra The Radical Eye si concentra in particolare su fotografie scattate tra gli Anni ’20 e gli Anni ’50, periodo in cui la fotografia cominciava a muovere i primi passi nella sperimentazione. Ma sono presenti anche numerosi scatti appartenenti al filone del fotogiornalismo, come quello di Dorothea Lange sulla Grande Depressione del ’29. Sono rimasti fuori, invece, gli scatti dell’11 settembre: «Troppo crudi», ha detto Elton.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, foto, Gallery Argomenti: , Data: 15-11-2016 03:47 PM


Lascia un Commento

*