«Donald, non toccare Theresa May»

La stampa britannica non ha apprezzato la battuta che Nigel Farage ha raccontato di aver fatto a Donald Trump: il solito sessismo, stavolta, era rivolto alla premier inglese.

UKIP Announce Their New Leader At Party ConferenceChi si somiglia si piglia, verrebbe da dire. Così, non c’è da stupirsi se i populisti Nigel Farage e Donald Trump, in un colloquio personale, si siano lasciati andare a qualche solito commento sessista. A farne le spese, stavolta, è stata la premier Theresa May, al centro di uno scambio di battute riportato dallo stesso Farage in un’intervista radiofonica: «Gli ho detto di non allungare le mani su Theresa, per l’amore del cielo».

LA CONDANNA DELL’OPINIONISTA
Il riferimento va chiaramente alle famigerate dichiarazioni di Trump, in cui diceva che essere ricco e famoso gli permetteva di afferrare le donne per le loro parti intime. La battuta di Farage, però, non ha divertito tutti. La commentatrice Biba Kang, vittima da da adolescente di molestie sessuali, ad esempio, ha aspramente criticato l’ex leader di Ukip accusandolo di diffondere «una tacita approvazione» o almeno una minimizzazione delle frasi sessiste pronunciate a suo tempo da Trump e dei comportamenti predatori attribuiti al Presidente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , Data: 11-11-2016 07:19 PM


Lascia un Commento

*