Il cantautore che le donne amavano

Si è spento all'età di 82 anni Leonard Cohen, gigante della musica contemporanea. Per il suo fascino, era noto anche come Ladies' Man. Ecco le quattro compagne che hanno segnato la sua vita.

Leonard CohenVoleva fare lo scrittore, Leonard Cohen. Scriveva poesie, racconti di finzione. Ma poi si era accorto che quel lavoro non gli garantiva le entrate economiche di cui aveva bisogno. Così, nel 1967, all’età di 33 anni, emigrò negli Stati Uniti per trasformarsi in cantautore. Fu la scelta giusta, perché in quasi 50 anni di carriera Cohen è diventato uno dei più grandi nomi della musica del ’900. Per questo la sua morte, arrivata il 7 novembre 2016 ma annunciata solo tre giorni dopo dalla Sony, sua casa discografica, ha sconvolto tutti gli appassionati e non solo (confermando che il 2016 è un anno nero per la musica). Con il suo lavoro, Cohen affrontò i temi più disparati e complessi: dalla sessualità alla religione, passando per la politica e la solitudine. E, tra i suoi brani più belli, due hanno nomi di donna: Suzanne e So Long, Marianne. Entrambe ispirate da due donne che hanno avuto un ruolo importante nella sua vita. Ma non sono state le sole.

ihlen cohenMARIANNE IHLEN
È la musa che ha ispirato, come si può intuire, So Long, Marianne. Norvegese, nata nel 1935, conobbe Cohen nel 1960. Quell’anno, i due andarono a vivere insieme in Grecia, rimanendo insieme per circa un decennio. Lungo tutti gli Anni ’60, Marianne spinse Cohen a scrivere numerosi brani. In occasione della sua morte per leucemia, avvenuta il 28 luglio 2016, Cohen le ha dedicato un’intensa lettera: «[...] credo che ti seguirò presto. Ti sono così vicino che, se allungassi una mano alle tue spalle, potresti toccare la mia, sappilo. [...] Ci vediamo in fondo alla strada».

suzanne elrodeSUZANNE ELROD
Ha dato due figli a Cohen, Adam e Lorca. Ma non è la Suzanne della canzone omonima (che è invece Suzanne Verdal, con cui il cantautore non intrattenne alcuna relazione amorosa. Pare). La loro relazione inizò nel 1970 a Los Angeles, dove lei faceva l’artista. Cohen raccontò che avrebbe potuto sposarla, ma la paura glielo impedì. Elrod ha descritto la relazione come «una ragnatela. Molto complicata». D’altra parte, ha detto anche che con Cohen si è sempre sentita sposata, grazie alle attenzioni che lui riservava a lei e ai figli, con cui è sempre stato molto presente.

dominique issermannDOMINIQUE ISSERMANN
Gli Anni ’80 furono invece segnati dalla storia con questa fotografa francese, che girò i due primi videoclip per i brani Dance me to the End of Love e First We Take Manhattan. Anche se la loro relazione si era poi interrotta, i due rimasero in contatto nei decenni successivi. Ne è la prova il fatto che, ancora nel 2010, Issermann fu la fotografa ufficiale del tour di Cohen di quell’anno.

cohen de mornayREBECCA DE MORNAY
Negli Anni ’90, invece, Cohen ebbe una relazione con una modella e attrice 25 anni più giovane di lei. I due andarono molto vicini al matrimonio, ma proprio a quel punto, nel 1993, Cohen decise di ritirarsi in un tempio buddista fuori Los Angeles, in una località piuttosto isolata. L’anno precedente, De Mornay aveva coprodotto l’album di Cohen The Future.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: Data: 11-11-2016 11:10 AM


Lascia un Commento

*