«Questo non è un gioco. Questa è la loro vita»

Al principe Harry non è piaciuta l'attenzione riservata dalla stampa inglese alla sua nuova compagna Meghan Markle. Al punto da diffondere contro i tabloid un duro comunicato che non ha precedenti.

Le relazioni tra la famiglia reale e la stampa inglese, spesso molto aggressiva nel riportare i gossip di casa Windsor, non sono sempre state idilliache. Ma nel raccontare la relazione del principe Harry con la sua nuova fiamma Meghan Markle hanno passato il segno. Almeno, questo è il parere del secondogenito del principe Carlo, che ha indirizzato una dura reprimenda agli organi di stampa britannici, accusandoli tra le altre cose di aver usato toni razzisti e sessisti nei confronti dell’attrice.

LA BATTAGLIA PUBBLICA E QUELLA NASCOSTA
«Gli insulti sulla prima pagina di un quotidiano nazionale; il sottinteso razzista degli articoli di commento; e lo sfacciato razzismo e sessismo dei troll sui social e negli articoli sul web»: sono questi gli elementi, esplicitati in un comunicato stampa, che hanno spinto Harry a diffondere una dichiarazione che, di fatto, conferma ufficialmente la relazione tra lui e Meghan. Il comunicato, che è scritto in terza persona ed è stato diffuso da un portavoce, accenna inoltre alle notizie diffamatorie che non sono state pubblicate solo grazie agli sforzi dei legali di Harry e ai tentativi di strappare qualche scoop contattando gli ex fidanzati di lei, i colleghi e le persone da lei amate.

IL RAMMARICO DI HARRY
Il comunicato continua chiedendosi come è possibile che una relazione nata da così pochi mesi possa dare vita a una tale tempesta mediatica, e racconta il rammarico di Harry, che sente di non essere stato capace di proteggere la sicurezza e la privacy di Meghan. E, tra le righe, fa capire che non ha nessuna intenzione di tollerare ancora intromissioni così pesanti: «Questo non è un gioco. Questa è la loro vita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , Data: 08-11-2016 04:20 PM


Lascia un Commento

*