Addio ad Antonio Preto

È successo nella notte tra il 3 e il 4 novembre. Avvocato e commissario dell'Agcom era stato ricoverato di recente a causa di un male fulminante. Ecco chi era.

antonio pretoAntonio Preto, Commissario dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, è deceduto la sera del 3 novembre in una clinica del veronese. Di recente era stato ricoverato perché colpito da una grave malattia, diventata fatale in meno di tre settimane dalla comparsa. A soli 51 anni, ha lasciato la moglie Alessandra e la figlia Ludovica.

GLI STUDI
Nato a Valdagno, in provincia di Vicenza, nel 1965, Preto era anche membro della Commissione per le Infrastrutture e le Reti. Laureato a pieni voti in giurisprudenza all’Università di Bologna, ha iniziato da giovanissimo la professione di avvocato. Una carriera ricca di incarichi importanti, la sua.

GLI INCARICHI
Dal 1992 è stato consigliere parlamentare del gruppo PPE a Strasburgo dove ha ricoperto la funzione di responsabile della Commissione giuridica e del Mercato interno. Più avanti è stato nominato team leader per le Politiche Interne dell’UE nell’ufficio di gabinetto del Presidente Hans Gert Poettering e nel 2008 è diventato capo di gabinetto del Vicepresidente della Commissione Europea, Antonio Tajani. Nel 2012, poco prima di essere eletto Commissario dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, ha rivestito la carica di Consigliere del Segretario Generale del Parlamento Europeo, Klaus Welle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , Data: 04-11-2016 02:06 PM


Lascia un Commento

*