20 anni di Girl Power

di Matteo Innocenti
Cinque curiosità sull'album di debutto delle Spice Girls, uscito il 4 novembre 1996.

spice okPrimo posto nelle classifiche di 17 Paesi, 23 milioni di copie vendute in tutto il mondo e cinque fortunati singoli, grazie a cui altrettante ragazze inglesi, fino a quel momento sconosciute, diventarono delle vere star: il 4 novembre 2016 Spice, l’album di debutto delle Spice Girls, festeggia i suoi primi 20 anni. LetteraDonna ha deciso di celebrare la ricorrenza svelandovi cinque curiosità sul disco.

Immagine anteprima YouTube
IL PRIMO SINGOLO MANCATO
Da Spice furono estratti come singoli Wannabe, Say You’ll Be There, 2 Become 1, Mama Who Do You Think You Are?. Il primo singolo avrebbe però dovuto essere Love Thing, quarta traccia dell’album: alla fine fu scelto Wannabe, e tutti sappiamo com’è andata. Un altro pezzo di secondo piano del disco, Something Kinda Funny, fu invece il brano che convinse il produttore Simon Fuller, contattato dalle cinque ragazze, a prendere le Spice Girls sotto la sua ala protettiva.

Immagine anteprima YouTube
JON B AUTORE… IN RITARDO
Tra i crediti di Say You’ll Be There figura il nome di Jonathan Buck, aggiunto però solo in occasione del Greatest Hits del 2007. Il motivo? Il brano somiglia molto ad un altro, scritto nel 1995 dal cantante e autore statunitense, meglio noto come Jon B, per la band R&B After 7: What U R 2 Me. Se le affinità sono evidenti, le Spice Girls nel 1996 hanno dovuto anche rispondere alle accuse di plagio da parte dell’israeliano Idit Shechtman, secondo cui Say You’ll Be There sarebbe stato un plagio della sua Bo Elai.

brit spicePREMIATE MA NON TROPPO
Il Mercury Prize è oggi percepito come la versione ‘snob’ dei Brit Awards. All’inizio era però molto più aperto verso il pop, al punto da inserire nel 1997 le Spice Girls tra i nominati per l’artista dell’anno. Se Geri, Victoria, Emma, Mel B e Mel C si aggiudicarono grazie a Wannabe il premio come miglior singolo britannico ai Brit Awards (e quello per il miglior video con Say You’ll Be There), nello stesso anno furono completamente ignorate dai Grammy Awards.

Immagine anteprima YouTube
DALL’INGLESE ALLO SPAGNOLO
In alcuni Paesi Spice ha una canzone in più: Seremos uno los dos, ovvero la versione in spagnolo di 2 Become 1. Insomma, ben prima di ‘hasta mañana‘ in Viva Forever, le Spice Girls avevano già iniziato a ‘parlare’ in spagnolo. A Geri la cosa deve essere piaciuta, visto che poi da solista ha inciso Mi Chico Latino, uscita come singolo nel 1999. Niente italiano invece per le Spice Girls, a differenza dei Backstreet Boys, che nel 1997 incisero Non puoi lasciarmi così, versione nostrana di Quit Playing Games (With My Heart).

spice-girls-liveIL BRANO MAI CANTATO LIVE
In tutto le Spice Girls hanno affrontato tre tour (di varia lunghezza), per un totale di 152 concerti. C’è un solo brano di Spice che le cinque ragazze non hanno mai cantato dal vivo: Last Time Lover che, curiosità, in origine si chiamava First Time Lover, essendo un brano che parlava della perdita della verginità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , Data: 04-11-2016 01:15 PM


Lascia un Commento

*