Un uragano di prozia

Tra gli Anni '20 e '30 si divertiva a scandalizzare la società spiattellando senza pudore le sue esuberanti abitudini sessuali. Ecco chi è Doris Delevingne, antenata di Cara.

doris DelevingneIn molti conoscono Cara Delevingne, giovane, eclettica e scatenata modella britannica. Poco conosciuta, ma certo non meno interessante,  è invece la sua prozia Doris che tra gli Anni ’20 e ’30 si divertiva a scandalizzare la società spiattellando senza rimorso le sue esuberanti abitudini sessuali. Nel libro The Mistress Of Mayfair: Men, Money & The Marriage of Doris Delevingne, in uscita il 7 novembre, la scrittrice britannica Lyndsy Spence racconta nei dettagli le dissolute avventure della donna.

Doris DelevingneLE RELAZIONI D’INTERESSE
Nata nel 1900 a Streatham, nel sud di Londra, era l’unica figlia femmina di Edward Delevingne, coproprietario di un negozio di merceria nell’East End della città. Capì quanto fosse facile vivere da ricche dopo aver stretto amicizia con Gertrude Lawrence, un’attrice mantenuta dal suo compagno. Insieme a lei iniziò così a frequentare i party organizzati da uomini milionari dove conobbe Stephen Laddie Sanford che si mostrò da subito particolarmente generoso: le regalò una rolls-royce, pagò autista e parrucchiere, e la fece trasferire in una casa di Mayfair. Da Roma, Doris si faceva mandare le scarpe di pelle, da Parigi invece, arrivavano i capi di seta. Quando il rapporto con Laddie finì, continuò ad avere relazioni d’interesse.

ANCHE CON WINSTON CHURCHILL
La donna ebbe incontri occasionali anche con Randolph Churchill e con Winston. Quest’ultimo, secondo quanto riportato dal Sun, le disse che «sarebbe stata in grado di portare all’orgasmo anche un cadavere». Nel 1928 si era sposata con il Visconte Castlerosse che però, quando nel 1932 scoprì che la ‘sua’ donna era andata a letto anche con il baronetto Sir Alfred Beit, decise di lasciarla.

IL DEGRADO E LA MORTE
Nel 1936 conobbe Margot Flick Hoffman moglie lesbica dello scrittore Richard Sanford Hoffman. Anche in questo caso Doris intraprese una relazione d’interesse e si fece mantenere fino al 1941. Quando anche questo rapporto finì fu costretta, per vivere, a vendere illegalmente molti dei gioielli accumulati fino ad allora. Il suo cadavere fu trovato in una camera d’albergo: la morte avvenne per overdose di barbiturici. Aveva 42 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, libri, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 02-11-2016 05:45 PM


Lascia un Commento

*