«Ragazze, uscite insieme a me»

di Andrea Cominetti
A tu per tu con Bettina Zagnoli, la blogger che ha creato Chiedimilamicizia.it. Sito con cui si propone come la compagnia giusta per donne che non ce l’hanno.

Il sito ha colori molto pacati, gioca tutto sul rosa e sul verde sottobosco. Una scelta che probabilmente la 51enne Bettina Zagnoli, «massima esperta in Italia di temi legati alla sensualità giocosa» (e che per questo conta varie ospitate in tivù) ha fatto per mettere le cose in chiaro: «Ciò che mi interessa di più è che il mio messaggio non venga travisato. Chiedimilamicizia.it nasce per mettere in contatto donne che hanno voglia di rimettersi in gioco, senza alcun tipo di malizia sottesa». Donne che hanno voglia di andare al museo, al cinema o a fare shopping, ma che non hanno la persona adatta con cui farlo, perché le amiche sono impegnate o il marito è troppo stanco e non se la sente di uscire. «È a questo punto che entro in gioco io, con la mia capacità di essere ironica, affabile, socievole e, dunque, di essere un’ottima compagnia».

DOMANDA: Insomma, attraverso Chiedimilamicizia.it lei si propone come la compagnia per donne che non ce l’hanno.
RISPOSTA: Esatto, sono il collante, il fulcro di tutto, ma non solo. Da un lato per chi me lo chiede programmo le uscite singole insieme a me, dall’altro invece organizzo esperienze di gruppo attraverso il social club. Si tratta, al momento, di piccoli itinerari di viaggio che propongo alle mie lettrici, dalla mangiata di tortellini alla giornata insieme alla spa.
D: Lei vive a Bologna. Se la contatta una signora di Napoli cosa fa?
R: Io mi sposto senza problemi. Ovviamente in questo caso al costo del servizio verrà sommato quello del trasporto. Il sito è rivolto a un target abbastanza alto: il mio interlocutore non è la ventenne che non potrebbe permetterselo, ma la signora dai 45 ai 50 anni, che ha già avuto un vissuto e ha voglia di rimettersi di nuovo in gioco.
D: In linea di massima, quali sono i prezzi?
R: I pacchetti del social club vanno dai 20 ai 40 euro, a cui si aggiungono per esempio le entrate ai musei o al centro benessere. Nel caso dell’uscita singola, invece, i costi sono quelli delle personal shopper, dai 90 euro in su.
D: Siamo arrivati al punto da pagare anche per avere degli amici?
R: Non la vedo così, ma in maniera molto più aperta. Quando arrivarono in Italia personal shopper e wedding planner tutti fecero la stessa obiezione: «Non può comprarsi l’abito da sola? Non può organizzarsi il matrimonio da sola?». Invece ora sono figure che fanno parte della nostra quotidianità. Tendo ad andare oltre, per me è una professione come un’altra, un prendersi cura dell’altro. Non c’è bisogno di vedere il torbido dove non c’è.
D: Ha ricevuto qualche critica?
R: Sì, perché in Italia siamo molto chiusi rispetto alle novità. Molte donne mi hanno risposto in maniera piccata che sono in grado di uscire tranquillamente da sole e che non hanno bisogno di nessuno che si prenda cura di loro. Ma questa è la loro storia, siamo tutte persone diverse, non dobbiamo pretendere che ciò che va bene a noi debba andare bene per tutti. Altrove, invece, è diverso.
D: Per esempio?
R: Qualche anno fa, negli Stati Uniti, una signora ha iniziato a ‘vendere’ coccole e carezze, e soltanto quelle, con niente di sessuale, a 70 dollari all’ora. Ora, uno può pensare quello che vuole, ma di base c’è più apertura. Soprattutto verso la creatività al femminile.
D: Qual è stata finora la risposta delle potenziali clienti?
R: Considerando che non sto praticamente facendo pubblicità, sono molto contenta: il feedback è stato molto positivo, fresco e garbato. Il sito comunque è ancora in fase di rodaggio, essendo nato solo a fine agosto. Inizialmente è stato un test, un esperimento, e per certi versi lo è ancora. Diciamo che sono una donna un po’ pioniera.
D: Cosa si aspetta per il futuro?
R: Al momento sono proiettata più sul social club. Mi piacerebbe tantissimo organizzare viaggi a tema, dal ritiro spirituale di yoga in India al corso di cucina creola alle Seychelles. Il mio scopo è quello di aggregare le persone. Vediamo come va.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: Data: 31-10-2016 05:00 PM


Lascia un Commento

*