Le parole (sessiste) che ti han detto

Un videoprogetto made in Italy in cui si affronta il problema del maschilismo chiedendo ai protagonisti quali, secondo loro, siano le frasi che possono offendere le donne.

Donna 'Parole d'amore'«Quali sono le frasi che offendono, sminuiscono, discriminano e intrappolano le donne in ruoli standard?». È questa la domanda che Pietro Baroni e la società Luz hanno rivolto ai protagonisti del loro videoprogetto Parole d’amore. Artista e fotografo milanese, Baroni collabora con la Luz, società che si occupa di portare alla luce i problemi sociali del mondo odierno. Il tutto per permettere ai singoli individui di venirne a conoscenza in modo semplice. Nato dalla necessità di capire in quali termini e cosa le persone intendano per sessismo, l’obiettivo di questo lavoro è di spiegare cosa sia questa ‘tendenza’, di riconoscerla e combatterla affinché non diventi una pericolosa malattia.

Immagine anteprima YouTube

IL NUOVO MAL DU SIÈCLE
Il troppo storpia sempre. Che sia in bene o in male. Tanto in ambito affettivo quanto in quello lavorativo o sociale. Per paura, frustrazione, perché «sei mia e basta» o, più semplicemente, perché si ha la ‘sfortuna’ di essere nate donne, l’atteggiamento sessista mette sempre le signore in una condizione di inferiorità nei confronti dell’uomo. Quando le si ‘ama’, spesso capita di essere accecati da sentimenti contrastanti che, se troppo esasperati, sfociano in quello che potrebbe essere definito il nuovo mal du siècle (ovvero stato di nostalgia e insoddisfazione durante il Secolo XIX): il sessismo. Nel video così, Baroni mette in evidenza le più odiose frasi offensive e luoghi comuni che circondano l’universo femminile e che spesso vengono proferite tanto dai bambini quanto dagli adulti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, video Argomenti: , Data: 26-10-2016 02:11 PM


Lascia un Commento

*