«Sono io che mi dimetto»

La polemica tra Chiara Appendino e Patrizia Asproni sulla mancata mostra di Manet alla Galleria d'Arte Moderna ha portato all'addio della manager. Ecco chi è l'ex presidente della Fondazione Torino Musei.
Chiara Appendino e Patrizia Asproni.

Chiara Appendino e Patrizia Asproni.

Annunciata in pompa magna durante la giunta Fassino, nel 2017 la mostra di Edouard Manet avrebbe dovuto concludere il ciclo dei grandi impressionisti alla Gam di Torino. Invece l’esposizione è saltata. Tutta colpa della Fondazione Torino Musei e in particolare della presidente Patrizia Asproni, secondo la sindaca Chiara Appendino: «La città non può tollerare che una fondazione non sia in grado di mantenere i rapporti con un importante soggetto culturale (il Musée d’Orsay, ndr). Se fossimo stati interpellati come amministrazione, avremmo potuto dare il nostro sostegno alla mostra», aveva tuonato la sindaca chiedendo poi le dimissioni della Asproni. La quale l’ha accontentata, facendo però una precisazione durante un’intervista al Corriere della Sera: «Non è lei che mi caccia, non potrebbe neppure farlo. Sono io che mi dimetto».

MOLTI INCARICHI DI PRESTIGIO
Nata a Nuoro il 17 ottobre 1959, dopo la laurea in Lingue e Letterature Straniere e prima di arrivare alla Fondazione Torino Musei, Patrizia Asproni ha ricoperto molti incarichi importanti, occupandosi di management culturale e di industrie creative. Dal 2001 è alla guida di Confcultura, associazione nazionale delle imprese private per la gestione, la valorizzazione e la promozione dei beni culturali, con sede a Roma, mentre da oltre un decennio è direttore dei Beni Culturali del Gruppo Giunti. Sempre a Firenze, dove gestisce i servizi dei 14 musei statali, è presidente del Museo Marino Marini e segretario generale dell’Associazione Amici degli Uffizi. In passato è stata anche membro del comitato tecnico di Expo Milano 2015 e responsabile marketing di Repubblica. Arrivata alla Fondazione Torino Musei ( che gestisce la Galleria d’Arte Moderna, il Museo d’Arte Orientale, Palazzo Madama, La Rocca e il Borgo Medievale) nel 2013, in tre anni ha fatto registrare numeri importanti: +42% di visitatori totali nel 2014, +31% nel 2015 e +32% al 30 settembre 2016. Chiamata in Piemonte dall’ex sindaco Piero Fassino, la Asproni è però sempre stata tra i bersagli ‘preferiti’ di Chiara Appendino quando l’esponente del M5s sedeva sui banchi dell’opposizione. E, con l’approdo di quest’ultima a Palazzo Madama, la ‘resa dei conti‘ non si è fatta attendere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , Data: 24-10-2016 12:34 PM


Lascia un Commento

*