La nobiltà non è per tutti

Il principe Andrea chiede un ruolo più attivo per le figlie Beatrice ed Eugenia all'interno della famiglia reale. Elisabetta tace, Carlo invece dice no: questione di soldi e di popolarità.

eugenia beatrice yorkCi siamo ricordate della loro esistenza grazie al matrimonio di William e Kate, non potendo fare a meno di accostarle alle sgraziate figure delle sorellastre di Cenerentola. Ma Eugenie e Beatrice, che di William sono cugine (nonché nipoti del principe Carlo, loro zio), non hanno nessuna intenzione di vedere i riflettori puntati solo sulla coppietta più royal del momento e sui loro nobilissimi marmocchi, George e Charlotte. Un timore così grande da spingere il loro papà, il principe Andrea, a impugnare la penna e vergare una vibrante lettera di protesta indirizzata nientedimeno che alla Regina Elisabetta (nonna delle due rampolle e madre dello stesso Andrea, attuale duca di York). Due le richieste: due appartamenti più grandi a Kensington Palace, e un ruolo più attivo nelle apparizioni pubbliche in veste di esponenti della famiglia reale (attingendo al fondo pubblico dedicato alla casata Windsor).

SCARICABARILE REGALE
La Regina Elisabetta è rimasta molto colpita dall’aggressività trapelata dalla missiva del secondogenito. Secondo la ricostruzione del Daily Express, in realtà, una prima versione della lettera, molto più diplomatica, era stata scritta dalla segretaria di Andrea, Amanda Thirsk. Ma il duca di York ha preferito rimaneggiarla per rendere il messaggio più chiaro. Fin troppo chiaro, forse. Perché Elisabetta è rimasta a dir poco imbarazzata dalla perentorietà delle richieste, e ha preferito demandare la scottante questione al figlio Carlo.

AUSTERITÀ ALL’INGLESE
Il quale, però, ha spiegato al segretario della Regina che non ha nessuna intenzione di riconoscere ulteriori ruoli alle due nipoti. Da una parte c’è la volontà di dare la massima visibilità e rilevanza a William e famiglia, dall’altra Carlo deve affrontare (da sempre) problemi di popolarità, e caricare di nuove spese un fondo pagato con le tasse dei contribuenti potrebbe non essere la miglior mossa possibile. La parola d’ordine, dunque, è austerità. Eugenie e Beatrice non sarebbero le prime a pagare le conseguenze di questa linea: Edoardo e Anna, gli altri due fratelli di Carlo, già da tempo sono rimasti dietro le quinte degli eventi che riguardano la famiglia reale, tagliati fuori o quasi. I bene informati sono convinti che Eugenie e Beatrice farebbero bene a concentrarsi sulle proprie carriere, e a dire addio alle velleità nobiliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , Data: 24-10-2016 01:03 PM


Lascia un Commento

*