«Il dopo X Factor? Io almeno lavoro»

di Paola Medori
Prima il talent, ora Tale e Quale Show. In mezzo, un musical e nuovi singoli. La nostra intervista a Davide Merlini, in cerca di nuove identità canore e un futuro che, forse, porta a Sanremo.

davide merlini_1Quando riusciamo a raggiungere al telefono Davide Merlini, lo troviamo reduce da cinque ore di trucco e lunghe prove al microfono. Pronto per affrontare una nuova puntata di Tale e Quale Show, dove spicca per essere il più giovane. Eppure, il palcoscenico lo conosce bene. Il cantante veronese, nato nel 1992, già nel 2012 era diventato famoso grazie alla sua partecipazione a X Factor. Si classificò terzo, complici la sua forte presenza scenica e un tono di voce unico. Ora non segue più la trasmissione, né vuole pronunciarsi sul putiferio scoppiato intorno al caso Jarvis. Le sue giornate, d’altra parte, sono intense. Oltre a due nuovi singoli (100 mila parole d’amore e Vita imperfetta), c’è stata la partecipazione all’opera-musical di David Zard Romeo & Giulietta-Ama e cambia il mondo: «È stata una bellissima esperienza, molto formativa. Ma il mio primo amore rimane sempre il canto». Ed è anche per questo motivo che ha accettato la chiamata di Carlo Conti a Tale e Quale: «È un programma che ti fa crescere sotto molti aspetti. Ti permette di approfondire le varie sfumature della tua voce e a conoscerti di più», confessa a LetteraDonna. In cerca di una sua identità, di un nuovo modo di cantare e, forse, di una futura partecipazione a Sanremo.

D: Come è arrivata la partecipazione a Tale e Quale show?
R: Carlo Conti mi ha chiamato per tre edizioni, ma tra un impegno e l’altro non sono mai riuscito a dirgli di sì. Fino ad oggi.
D: Come si trova con gli altri concorrenti?
R: Benissimo. Formiamo un bel gruppo, che insieme riesce a lavorare in armonia.
D: E con la giuria formata da Loretta Goggi, Enrico Montesano e Claudio Amendola?
R: Bene, anche perché mi stanno dando dei giudizi positivi. Non mi stanno massacrando, e questo non è poco.
D: Forse a X Factor i giudici erano più severi?
R: No. Nemmeno a X Factor la giuria è stata cattiva con me. Non ci è andata giù troppo pesante! (ride, ndr).
D: A Tale e Quale Show secondo lei chi vincerà quest’anno?
R: Non ne ho idea. Ci sono giorni che penso ad un nome, poi cambio idea in base ai punteggi ricevuti. Ci sono tanti elementi decisivi da considerare.
D: Chi è il più talentuoso tra i concorrenti?
R: Non si possono dire queste cose.
D: Con chi si sta trovando meglio?
R: Con Leonardo Fiaschi. Molto simpatico. Andiamo veramente d’accordo. È un vero personaggio, sul palco e nella vita.
D: Quando ha scoperto questo grande amore per il canto?
R: È una passione che mi ha trasmesso mio padre. Lui l’ha sempre fatto: aveva una band e faceva le feste di piazza. Sono cresciuto con la musica. È nel mio sangue da tempo.
D: C’è qualcuno che l’ha sostenuta anche nei momenti più duri?
R: A spingermi ad iscrivermi a X Factor è stata la mia fidanzata Isabella, con cui sto ancora. Non volevo andare perché pensavo: «Se poi non mi prendono non avrò più il coraggio di cantare neanche al karaoke».
D: Aveva il terrore di fare una figuraccia?
R: Sì, invece poi è andata bene. Devo ringraziare lei per avermi spinto e sostenuto sempre.
D: Arisa aveva messo in risalto il suo fascino. Che cosa le ha detto della sua partecipazione a Tale e Quale?
R: Purtroppo non ci siamo più sentiti dopo la fine di X Factor.
D: Che cosa le è mancato per fare il grande salto dopo X Factor?
R: In realtà sono stato molto fortunato, perché sono riuscito a fare tantissime cose. Ho fatto teatro e portato in giro un’opera musicale. Mentre se penso agli altri usciti mi viene da chiedere: «Chi sta lavorando?».
D: Col senno di poi, la canzone 100 mila parole d’amore era adatta alla gara e, quindi, al debutto?
R: Sì, assolutamente. Era adatta a me, era adatta al periodo e al percorso che stavo facendo. Poi se vinci hai un riscontro più grande. Io comunque sono contento e mi sto togliendo grandi soddisfazioni.
D: In squadra con Simona Ventura. Vi sentite ancora?
R: Non ci sentiamo più, però mi sostiene sempre via social. Mi cita spesso ed è una mia fan. Mi ha twittato anche dopo le performance a Tale e Quale. Dopo la trasmissione ci siamo persi. È difficile mantenere i rapporti.
D: Come ti trovi nell’ambiente dello spettacolo?
R: Mi piace molto e spero di rimanerci il più tempo possibile.
D: A luglio è uscito il suo ultimo singolo Vita imperfetta. È riuscito a inventare «un altro modo di pensare e un altro modo di cantare»?
R: Sì, l’ho scritto apposta. Perché, comunque, da quando ho iniziato il mio percorso ho un modo diverso, più maturo, di pensare e di cantare.
D: E Sanremo?
R: Per ora non ci ho provato, ma con il tempo vedremo. Magari il prossimo anno potrebbe essere quello giusto. Mai dire mai.
D: Il fenomeno ‘Tutte pazze per Davide Merlini’ è ancora in voga?
R: Speriamo di sì. Tutto è successo grazie ai fan, è merito loro. Senza il pubblico non vai da nessuna parte. Per questo sono anche molto attivo sui social e cerco di rispondere a tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , Data: 21-10-2016 05:00 PM


Lascia un Commento

*