Giovane e incinta (per finta)

di Andrea Cominetti
Nel film Piuma interpreta un'adolescente che porta avanti una gravidanza inaspettata. Lei è Blu Yoshimi. Noi l'abbiamo intervistata, e lei ci ha parlato un po' di sé.

ITALY-CINEMA-FESTIVAL-VENICEDicono che un figlio sia sempre un dono ma lo è – davvero – anche se arriva quando sei considerata troppo giovane per diventare madre? È questo l’interrogativo che segna la genesi e lo svolgimento di Piuma, gioiellino firmato Roan Johnson che, dopo gli applausi alla Mostra del Cinema di Venezia, arriva nelle sale cinematografiche. Distribuito da Lucky Red, il film ha per protagonista la giovanissima Blu Yoshimi: romana, 19 anni, un’infanzia passata tra i set della madre attrice. E un nome – «che porto con orgoglio» – che ha origini buddiste e significa ‘bella e buona’.

DOMANDA: Chi è Cate, la mamma di Piuma?
RISPOSTA: Una giovane donna con importanti problemi di salute che si trova davanti a una scelta drastica: decidere se tenere un bambino in un momento considerato inopportuno o non averlo proprio del tutto.
D: Come è stato interpretare un personaggio tanto sfaccettato?
R: Mi ero affezionata a lei già dal provino, leggendo la sceneggiatura, forse perché anche mia madre (l’attrice Lidia Vitale, ndr) mi ha avuta da molto giovane. E, in un certo senso, il film mi ha dato la possibilità di rivivere quest’esperienza, ma dall’altra parte.
D: Come si è preparata?
R: Ho studiato sui libri, ne ho letti molti sulla gravidanza, per interpretarne al meglio i cambiamenti sia a livello psicologico che a fisico. Per il resto abbiamo provato molto, soprattutto insieme a Luigi Fedele (il protagonista maschile, ndr), così da arrivare sul set già preparati.
D: Il film è stato in concorso anche a Venezia.
R:
Ero già stata in Laguna nel 2015, alle Giornate degli Autori. Devo dire che è sempre una grande emozione, ma andarci con Piuma ha avuto un significato particolare. Sin dalle prime proiezioni ho visto l’umanità delle persone che ci hanno lavorato attraversare lo schermo e arrivare dritta agli spettatori.
D: Come è andata invece sul set?
R:
 Con Luigi Fedele siamo diventati amici, tanto da frequentarci anche al di fuori dell’orario di lavoro. Allo stesso modo mi sono trovata bene pure con Brando (Pacitto, volto noto di Braccialetti Rossi, che nella pellicola interpreta il ruolo di Brando, ndr), nonostante con lui abbia girato molte meno scene. È un ragazzo sensibile e sincero.
D: Lei è molto giovane. Quando è nata la sua vocazione per la recitazione?
R:
Mia madre è un’attrice, quindi sono stata abituata fin da bambina a frequentare i set. Ho iniziato a nove anni con Caos Calmo di Antonello Grimaldi, con Nanni Moretti e Isabella Ferrari. La scelta più consapevole è, invece, avvenuta nel 2013: potevo amare oppure odiare questo lavoro e – per fortuna o per sfortuna – l’ho amato.
D: Dell’esperienza cinematografica con Moretti conserva qualche immagine?
R:
Sì, molto vivido. Con Nanni, nonostante gli oltre 40 anni di differenza, passavamo dal litigare al ridere come fossimo coetanei. È stato un bellissimo debutto.
D: A livello di attrici, ha già dei punti di riferimento?
R:
Sì, sono due quelle a cui m’ispiro. Una è Natalie Portman, per la semplicità e l’eleganza. L’altra, invece, è Emma Watson.
D: Due attrici molto impegnate, anche al di fuori del set.
R:
Sì, proprio per questo mi piacciono. Io, nel mio piccolo, sono stata volontaria per il Fai (Fondo ambiente italiano) e ora inizierò come testimonial. Credo che l’apprezzamento per la cultura e l’arte italiana sia tra le cose che dovremmo valorizzare di più. In questo senso, dal 2017, conto pure di iscrivermi a un corso di laurea inerente.
D: Quali sono i suoi progetti futuri come attrice?
R:
 Sono tra i protagonisti di una web series pronta ad uscire a breve. Si chiama Five Fathers e parla di una madre che ha avuto cinque figli da cinque padri diversi sparsi per il mondo. Le puntate sono pensate come delle chiamate su Skype.
D: Ha altri desideri?
R:
Sì, mi piacerebbe lavorare in Francia. E poi vorrei continuare a recitare, fino alla vecchiaia e oltre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: Data: 20-10-2016 07:41 PM


Lascia un Commento

*